lunedì 21 gennaio 2019

Auschwitz spiegato a mia figlia - di Annette Wieviorka [Recensione]

Titolo: Auschwitz spiegato a mia figlia

Titolo Originale: Auschwitz expliqué à ma fille

Autore: Annette Wieviorka   
Editore: Einaudi
Collana: E T. Saggi
Pagine: 82
Data di Pubblicazione : Gennaio 2014
Genere : Saggi /Testimonianze / Storia
Voto : Imperdibile 

Sinossi:
Perché i nazisti spesero tante energie per sterminare milioni di uomini, donne e bambini, soltanto perché erano ebrei? Perché Hitler riteneva gli ebrei la maggior minaccia per il Terzo Reich? Chi sapeva quello che succedeva e chi poteva fare qualche cosa? Perché gli ebrei non hanno opposto resistenza? Annette Wieviorka risponde alle domande di sua figlia Mathilde su Auschwitz e la distruzione degli ebrei d'Europa. Domande crude e dirette che esprimono l'incredulità di chi non può concepire l'assurda tragedia dei lager nazisti.


Parere Personale: 

Sabato scorso sono andata in Biblioteca per ritirare alcuni libri che avevo prenotato e già che ero lì ho fatto un giro tra gli scaffali, così ricordando che a fine mese ricorre il giorno della memoria mi sono avvicinata agli scaffali con i libri di storia e ho trovato questo libro piccolissimo ma di grandi contenuti. 
Anni fa ne avevano parlato anche in tv quindi ho ricordato il titolo e l'ho preso, così sabato sera piuttosto che sorbirmi una puntata di C'è posta per te ( programma che personalmente non seguo e mai seguirò) mi sono messa comoda e ho iniziato a leggere.
Il Libro è composto da domande e risposte, e la particolarità è data dal fatto che la scrittrice, Annette oltre ad essere una storica è una madre e attraverso questo libro racconta e spiega alla figlia tredicenne , Mathilda, la storia degli ebrei, dei campi di sterminio come Auschwitz e delle atrocità subite dagli ebrei da parte dei nazisti.
La ragazzina pone alla madre domande pertinenti, alcune di sconcertante semplicità perché se vi fermate a riflettete un attimo anche Voi, certe cose che appaiono ai nostri occhi scontate secondo la storia non lo sono.
Con semplicità ma anche con estrema precisione questa madre racconta l'orrore subito dal popolo ebreo, spiega il perché i popoli che sapevano di quell'orrore non hanno mosso un dito per fermarlo, la differenza fra campi di "concentramento" e "sterminio" perché una differenza profonda c'è e solitamente si tende invece a usare queste parole in maniera errata, io stessa ho dovuto ammettere che ho sempre usato le parole "campi di concentramento" pensando che fosse il luogo in cui venivano portati gli ebrei e messi a morire, ma qui la scrittrice ci spiega la differenza e ci spiega anche perché Auschwitz era un campo di "sterminio", lì si entrava per morire e basta , o di fame o nelle camere a gas.
Per me questo libro è stato illuminante nel senso che mi ha fatta riflettere su certe cose che pensavo di sapere, mi ha costretta a fare un'analisi approfondita sul fatto che anche se cambiano i tempi alcune cose purtroppo non cambiano molto, come ieri anche oggi molti paesi girano la testa per non guardare e farsi carico dei problemi dell'umanità, un esempio pratico è l' Europa che non vuol farsi carico dei migranti che arrivano dall'Africa, così come allora fecero l'Inghilterra e l'America che voltarono le spalle alla questione degli ebrei, perché nessuno allora volle farsene carico.
Certo le cose non sono proprio le stesse ma ho la sensazione che alcuni atteggiamenti siano duri a morire quindi un libro come questo è una benedizione del cielo, lo farei leggere agli studenti delle scuole superiori, magari anche alle medie in modo da far capire che oggi come allora la società ha un grande bisogno di essere trasformata per evitare che si ricada in vecchi errori .



sabato 19 gennaio 2019

5 Cose che ...5 Libri che non ho terminato

Rieccomi con una nuova puntata della Rubrica "5 Cose che ... " , in realtà sto recuperando le domande passate visto che ho iniziato in ritardo .
La domanda di oggi è una di quelle che nessun lettore o lettrice accanito ammette con piacere visto che di solito chi legge tantissimo ha la mania o ossessione di finire di leggere ogni libro che inizia .
Per anni anch'io ho sentito la necessità di finire un libro anche se questo non mi piaceva, ora con la "vecchiaia" diciamo che ho imparato a mettere da parte e passare oltre perché se un libro non mi prende perché perderci tempo quando ci sono milioni di libri che mi aspettano ? 

📌Rubrica ideata dal Blog Twins Bookslovers


5 Libri che non hai terminato 



Il Nome della Rosa  di Umberto Eco

Ci ho provato a leggerlo ma dopo un centinaio di pagina l'ho mollato , forse non era il periodo giusto o forse semplicemente lo stile di Eco non fa per me, certo è stato un bello schiaffo per me non riuscire a terminarlo ma mi son detta che prima o poi lo avrei ripreso.
Bene, sono passati almeno 15 anni e non l'ho ripreso... ormai ho perso le speranze 😔😅



Saggio sulla visione degli Spiriti di Schopenhauer 

Questo è un altro di quei libri che mi porto dietro da un sacco di tempo, l'ho comprato anni e anni fa quando ancora l'euro nemmeno esisteva , ero in quella fase della mia vita in cui avevo voglia di sapere e di conoscenza solo che non avevo fatto i conti con i miei gusti letterari 😆😅.
Mollato e rimollato in vari periodi della mia vita ma non riesco mai a finirlo, comunque è stato tanto tempo nella mia libreria e mi sa che ci rimarrà ormai per tutta la vita 👵.



Una stella nel mio cielo  di Tina Reber

Questo è il secondo libro di una duologia romance, quindi il mio pane quotidiano penserete voi, eppure l'ho ripreso e mollato due volte tanto che ormai non credo di riprenderlo a breve .
Mi stavo semplicemente annoiando e così l'ho messo da parte senza tanti scrupoli.


La ragazza dagli occhi scuri di Lisa Kleypas

Ok, probabilmente per adesso le fan della Kleypas mi staranno odiando ma non sono riuscita a finire questo libro, non sono arrivata nemmeno a metà (altrimenti probabilmente lo avrei finito) insomma non escludo di riprenderlo ma per adesso se ne sta lì sullo scaffale in alto e prender polvere .


Un bacio dagli Abissi  di Anne Greenwood Brown

Anche questo libro è uno di quelli che ho rimesso in libreria e che non ho finito, diciamo che ne ho rimandato la lettura a tempo indeterminato ... 😂😅




E Voi ? Siate sinceri quali sono i libri che non siete riusciti a terminare ? 
Un abbraccio e ci rileggiamo presto 💝

giovedì 17 gennaio 2019

Un cattivo ragazzo come te - di L.A. Casey [Recensione]

Titolo: Un cattivo ragazzo come te

Titolo Originale: Until Harry
Autore:  L.A. Casey
Editore: Newton Compton
Collana: Anagramma
Pagine : 346
Genere : Romance Contemporaneo / YA / NA
Data di Pubblicazione : Gennaio 2019
Grado di Sensualità: Medio
Voto : Deludente 

Sinossi:
Tornare a casa è molto doloroso per Lane. Il suo adorato zio Harry, infatti, è morto improvvisamente. E fare i conti con la sua scomparsa significa accettare l’idea di incontrare di nuovo qualcuno che fa parte del suo passato. Kale Hunt è stato il migliore amico di Lane sin da quando erano bambini. Ma è stato anche il motivo per cui Lane ha deciso di trasferirsi a New York. Vedere Kale con un’altra non avrebbe dovuto ferirla, erano amici dopotutto. Ma la sofferenza con cui Lane si è trovata a convivere era così autentica e profonda da spingerla a un taglio drastico: raccattare le sue cose e chiudere il passato dietro una porta per sempre… Adesso che è tornata, anche i sentimenti sono gli stessi di sempre. Come se non se ne fosse mai andata. Le tragedie hanno un modo bizzarro di far riavvicinare le persone. E Lane non è l’unica a dover fare i conti con il passato. Perché gli anni trascorsi, forse, non sono bastati a cancellare l’amicizia con Kale…

Parere Personale:

Primo parere dell'anno discordante con le schiere di lettrici che su Amazon e Facebook lodano questo libro, e siccome sapete quanto son curiosa di farmi un'opinione mia delle cose e dei libri, l'ho letto, complice anche il fatto che è in offerta a 1,99 € non mi sono creata grossi scrupoli a comprarlo.
E già dalle prime pagine mi casca l'acqua alle ginocchia , visto che la protagonista Lane riceve una brutta notizia di quelle che ti scombussolano la vita ovvero la morte dell'amato zio Harry.
E già qua avrei dovuto capire, già sono giù di mio mi metto pure a leggere un romanzo che di allegro non ha niente ... insomma la depressione chiama...
La protagonista Lane è un personaggio immaturo, con gravi problemi di depressione curati male perché altrimenti non si spiega il fatto che questa qui scappa da casa e tronca i rapporti con la famiglia per ben sei lunghi anni, l'unico con cui rimane in contatto è proprio lo zio Harry e adesso è morto pure lui !
Ragionandoci su la cara Lane in effetti aveva le sue ragioni, cito solo l'amica Lavender ( senza pericolo di spoilerare ) , ma questo era ammissibile solo all'inizio il resto degli anni passati lontani da casa e dalla famiglia mi ha fatto fare mille ipotesi , mi chiedevo chissà cosa fosse successo ... invece ... ma lasciamo perdere .

Altra cosa che non mi è piaciuta è il personaggio di Kale, e visto che la storia si alterna tra passato e presente posso dire che già non mi piaceva da ragazzo né alla fine mi è piaciuto da uomo.
Un' uomo che non sa lottare per la donna che ama, per colei che sa essere l'unica anima gemella che mai avrà, mi spiace ma a me non va a genio, insomma è un romanzo quindi mi aspetto di sognare qui invece ho trovato una scena più deprimente dell'altra, certo per onestà devo dire che ci sono momenti davvero intensi in cui qualche piccola lacrimuccia mi è scappata 😭, diciamo pure che ho bagnato un bel fazzoletto di carta ... intensamente , molto intensamente .
La scrittrice  in questa storia si è concentrata molto sull'aspetto emotivo e questa è una gran bella cosa, però se state attraversando un periodo un pò buio magari rimandate la lettura del libro a giorni più lieti perché tanto ci penserà lui a farvi rattristare , inoltre un'altra cosa che ho trovato un pò melensa è che alla fine tutti si abbracciano dimenticano il male fatto o ricevuto e brindano alle nuove amicizie .
Altra cosa che non ho digerito è il lasso di tempo in cui si svolge la vicenda, come accennavo prima la storia ci viene raccontata alternando passato e presente quindi abbiamo modo di conoscere i protagonisti già da bambini , poi adolescenti e infine adulti , ed è qui che mi cascano le braccia perché nel presente tutto avviene in soli 4 miseri giorni.
In quattro giorni : si piange lo zio defunto, si riallacciano i rapporti con la famiglia (che ricordo, la nostra Lane , per ben sei lunghi anni non li ha cagati di striscio ) , si fa pace e si perdona l'amica che adolescente ti aveva rovinato la vita, ed ultimo finalmente dichiari i tuoi sentimenti a quel pesce lesso di Kale ( che in altrettanti anni di tragedie ne ha viste pure lui una caterva ) e finalmente Lane capisce quanto è stata cogliona a stare lontana alla Famiglia e da Kale quando tutto si poteva risolvere con una bella chiacchierata , evidentemente ci voleva proprio la morte dello zio Harry per risolvere la situazione.
Comunque il libro non ve lo sconsiglio, però sappiate che se state cercando una storia leggera e spensierata non è questo il caso , se invece avete voglia di storie tormentate e quando dico tormentate intendo "fazzoletto alla mano" allora questo potrebbe fare al caso vostro, a me non è piaciuto ma può darsi che a voi piaccia come alla maggior parte delle lettrici....mentre io sono un caso a parte 😜.
Fatevi guidare dal vostro istinto !






lunedì 14 gennaio 2019

Uscite Mondadori : Un cuore tuo malgrado di Piero Sorrentino dal 15 Gennaio in Libreria




Ci sono libri che già dalla lettura della trama ti rapiscono e il libro di Piero Sorrentino "Un cuore tuo malgrado" che esce domani 15 gennaio per Mondadori, è per me uno di questi. 
Ho letto la trama e mi sono subito detta che "questo libro ha qualcosa da dire", forse mi sbaglierò ma ho la sensazione che ci siano libri che raccontano e basta e libri che vogliono trasmetterti qualcosa, che hanno la forza di parlarti al cuore , e tu lettore ne rimani avvinto. Sono questi i generi di libri che piacciono a me, quelli che non si limitano a raccontare ma ti mettono davanti a delle domande anche scomode.
Spero di non sbagliarmi ma ho la forte sensazione che questo libro possa davvero piacermi e chissà magari potrebbe piacere anche a Voi 😉


Titolo : Un cuore tuo malgrado

Autore: Piero Sorrentino
Editore: Mondadori
Collana: Scrittori Italiani e Stranieri
Pagine : 156
Genere : Narrativa
Data di Pubblicazione : 15 Gennaio 2019






Sinossi:
Bianca è una giovane autista di autobus che ogni giorno, senza mai stancarsi di guardare in viso le persone, osservare il cielo, studiare i profili degli edifici, ripete percorsi noti, gli stessi che faceva suo padre quando lavorava nella medesima azienda.Una esistenza che scorre regolare fino a quando, una mattina, Bianca provoca un grave incidente, di cui lei stessa si troverà a scoprire l'entità un poco alla volta.Al suo fianco la sorella Margherita, che con quieta determinazione si impegna a proteggerla dai demoni del senso di colpa, provando a riportarla alla normalità.Nel tentativo di ristabilire un equilibrio, Bianca cerca un confronto con Dario Spatola, l'affermato fotografo rimasto coinvolto nell'incidente. Dopo un rifiuto iniziale, tra loro si tende un filo di comunicazione. Nel frattempo, da una cella della memoria in cui lo aveva congelato, riaffiora il ricordo della prima grande ferita della vita di Bianca, la morte del padre.Una seduta di fisioterapia dopo l'altra, la protagonista rimette in sesto il corpo e compie un ancor più faticoso allenamento dello sguardo e dell'anima, imparando a riconoscere il dolore e insieme l'amore che la circondano, al di là delle loro manifestazioni contraddittorie, fino a una inaspettata rivelazione che la costringerà a un confronto finalmente libero con il dolore di tutti.Con una scrittura levigata e sorvegliatissima, adamantina, e insieme profondamente innervata, pronta ad accendersi e vibrare, Piero Sorrentino indaga con delicatezza la condizione esistenziale di una giovane donna in bilico tra autodistruzione e forza di volontà, che accoglie lo spasimo del mondo per dissolvere le illusioni e trasformarle in luce.





📌L' Autore 

Piero Sorrentino è nato nel 1978 a Napoli, dove vive. Suoi racconti sono stati pubblicati nelle antologie Voi siete qui e Il corpo e il sangue d’Italia (minimum fax), Niente resterà pulito (Rizzoli), A occhi aperti (Mondadori). È dottore di ricerca in Studi letterari. Dal 2010 è autore e conduttore del programma radiofonico Zazà, in onda su Rai Radio3. Questo è il suo primo romanzo.



domenica 13 gennaio 2019

Chiude la Rubrica "Talenti Italiani" e Ringraziate i Maleducati per questo !


Negli ultimi mesi ho riflettuto molto su un paio di cose riguardanti il Blog, e come vi avevo accennato nel post degli Auguri ho preso delle decisioni che da oggi in poi metterò in pratica.
Tutto parte dal fatto che secondo me una gentilezza va ricambiata con altrettanta gentilezza , a differenza di molti che chiedono a scrittori ed editori libri da recensire, (di solito sono loro che contattano me) io i libri li compro di tasca mia o li prendo in biblioteca, il mio è un hobby che faccio volentieri e gratis ! sottolineo gratis !!! 
Se un autore mi chiede una recensione e penso di avere il tempo materiale per farla mi faccio mandare l' ebook , non chiedo nemmeno il cartaceo perché so che per lei o lui sarebbe un costo maggiore.
A tutti quelli che mi hanno chiesto di fare una segnalazione del loro libro sul blog e sulla pagina Facebook l'ho fatta senza problemi anzi, anche con un certo piacere visto che per mia natura se posso aiutare qualcuno nel mio piccolo dandogli visibilità ben venga.
Quando si pubblica un post che sia anche una semplice segnalazione , la blogger, vi dona il suo tempo , vi regala attimi preziosi della sua vita.
Così quando le scrittrici e scrittori che hanno visto pubblicata sul mio blog una segnalazione al proprio romanzo , l'educazione insegna almeno a ringraziare , se proprio non volete perdere tempo anche a mettere un like alla pagina Facebook .

Il vostro tempo care scrittrici è forse più importante del mio in quanto blogger ? 
Perché vi costa così tanto ringraziare una gentilezza gratuita ? 
Un messaggio sul blog , sulla pagina Facebook cosa vi ruberà mai , un minuto del vostro preziosissimo tempo ?

Beh , a questo punto tiro le somme e visto che il mio di tempo è decisamente prezioso per quel che mi riguarda , da oggi in poi non troverete più spazio sul blog o sulla pagina Facebook.
Ci perderò qualche like ? Qualche visualizzazione in più ?
Non mi interessa, preferisco impiegare il mio tempo in cose o con persone che apprezzano il mio sforzo .
Non farò i nomi di queste pseudo scrittrici/scrittori maleducati, perché alla fine di questo si tratta,  farei prima a elencarvi i nomi di quelli educati , è vero alla fine per lo scemo ci va di mezzo la gente perbene , ma visto che la percentuale delle persone che pretendono e non danno ( e ribadisco che parlo di un semplice "grazie" scritto sul blog o sulla pagina Facebook ) aumenta di mese in mese io dico Basta !
Ora che ci penso alla lista ci aggiungerei anche qualche addetta stampa , ma visto che ha a che fare con molti blog le do il beneficio del dubbio .

Il Blog continuerà a raccogliere i pareri sui libri che leggo , le nuove uscite, insomma vi parlerò di quei libri che penso possano essere interessanti e che possano piacere anche a Voi .

La Rubrica Talenti Italiani chiude i battenti. 
Ringraziate i maleducati per questo !


A presto 💝

5 indimenticabili storie d'amore nei libri

Buona Domenica a tutti, come sapete sto recuperando le domande della Rubrica "5 Cose che..." e quest'oggi la domanda riguarda i libri , o meglio le storie d'amore indimenticabili che abbiamo amato nei libri.
Qui c'è da rifletterci bene perché non è una domanda semplice soprattutto per chi come me ha letto parecchi libri romantici...😏
Pronti per conoscere quelle che penso siano le migliori storie d'amore ?


📌Rubrica ideata dal Blog Twins Bookslovers



5 indimenticabili storie d'amore nei libri

Claire e Jamie

Lo sanno pure i sassi ormai, Outlander  è la mia serie preferita in assoluto sia per quanto riguarda i libri sia la serie tv quindi è ovvio che la storia d'amore fra Claire e Jamie sia in assoluto la mia preferita , anche perché è veramente bella ! 
La Straniera di Diana Gabaldon


Axel Vandemberg e Eloise Weisse

Black Friars. L'ordine della Spada di Virginia De Winter è un altro dei miei libri preferiti anche perché la storia d'amore (odio-perdono-passione) fra Eloise e Axel è una tra le più belle che ricordo .


Derek Craven e Sarah

Mentre vi parlo di questa coppia a me è già tornata voglia di leggermi il libro 😍, il cinico Derek Craven e la romantica, sognatrice Sarah ! Che coppia ragazze ! La adoro !


Clare e Henry 

Un amore che sfida i confini del tempo e dello spazio quella raccontata nel libro di Audrey Niffenegger "La Moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo" 


Clary e Jace

Shadowhunters di Cassandra Clare è una delle serie degli ultimi anni che mi è piaciuta di più , ovviamente parlo della serie dei libri, ammetto di non aver visto nemmeno una puntata della serie tv, mi è bastato il film 😒😑, la storia d'amore fra Clary e Jace l'ho adorata !!!


Queste sono le  storie d'amore per me indimenticabili, le vostre quali sono invece ? 

Un abbraccio e al prossimo post 💝

sabato 12 gennaio 2019

5 cartoni animati della mia infanzia

Buongiorno a tutti, ci sto proprio prendendo gusto con questa Rubrica "5 cose che..." , la domanda di oggi come avrete già letto nel titolo riguarda i cartoni animati che da piccole guardavamo , non so voi ma io già da allora avevo gusti particolari 😅😂, siete curiosi di scoprire i miei cartoni preferiti ?
Bene , mettetevi comodi e siate pronti a tutto mi raccomando !



📌Questo Rubrica è stata ideata dal Blog Twins Bookslovers





5 cartoni animati della mia infanzia 


La Maga Chappy 



La Stella della Senna 


Piccoli Problemi di cuore 



Carletto il Principe dei Mostri 



Gigi La Trottola 


Ve lo avevo detto che avevo gusti un pò particolari ... mentre mia sorella amava cartoni come Remy o L' Ape Magà io optavo per questi , certo ad onor del vero devo dire che quando guardavo "Piccoli problemi di cuore" ero già grandicella ma che volete farci, quello è un cartone bellissimo 😍😍😍😍 a cui non si può resistere, un tipo comeYuriiiiiiii !!!! Ma vogliamo scherzare ? 😂😂😂 certo adesso probabilmente preferirei Hi-men tutto muscoli e poco cervello... (scherzo) il mio tipo comunque è,  e rimarrà sempre Capitan Harlock , misterioso ed enigmatico ! 

E i vostri cartoni animati preferiti che guardavate durante l'infanzia quali sono ? 

Un abbraccio e alla prossima ❤




venerdì 11 gennaio 2019

5 Cose che... 5 libri che ho in libreria ma che non ho ancora letto #1


Buon pomeriggio a tutti, mi sono decisa finalmente a partecipare anch'io alla Rubrica "5 Cose che..." ideata dal Blog Twins Bookslovers , e visto che questa rubrica è già da un pò che esiste inizio con le domande più vecchie .

5 libri che ho in libreria ma che non ho ancora letto


Di libri non ancora letti nella mia Libreria ne ho un pò, ecco diciamo pure che ne ho parecchi 😅, insomma come molti di Voi anche io sono una accumulatrice seriale di libri, non vi dico nel Kindle quanti ne ho...stavolta mi concentro sui cartacei.


Il ragazzo del lago di Marcello Foa




La Stella Nera di New York di Libba Bray



L' amore bugiardo  di  Gillian Flynn




Le notti bianche di Dostoevskij



Se potessi scrivere di te  di  Tatiana De Rosnay


Se stavate pensando che la mia libreria è solo piena di romanzi rosa allora vi sbagliate, certo in prevalenza son quelli ma anche a me piace leggere qualcosa di diverso di tanto in tanto .
Di questi 5 libri che non ho ancora letto ce n'è qualcuno che Voi avete già letto ? Cosa ne pensate ?
E quali sono 5 libri che avete in libreria ma non avete ancora letto ? 

Un abbraccio e alla prossima 😘

"Settembre Veneziano" di Melany Star


Talenti Italiani #144


Buongiorno a tutti, oggi per la Rubrica "Talenti Italiani" vi segnalo il libro della scrittrice Melany Star dal titolo "Settembre Veneziano" e la stessa scrittrice lo definisce un giallo-passion , non vi nego una certa curiosità a tal proposito , ma per saperne di più ovviamente dovremmo leggere il libro, intanto vi metto qui sotto la trama 😉



Titolo: Settembre Veneziano

La maggior parte di noi vive per le idee e non per i fatti reali


Autore: Melany Star
Pagine : 323
Editore: Self Publishing
Genere : Giallo / Romantic Suspance
Disponibile solo in formato ebook su : AMAZON a 2,99 €
Anno di Pubblicazione : Agosto 2017




Sinossi:
La paura di un attentato terroristico dell'Isis scandisce i giorni clou del settembre veneziano nel 2014 e una storia d'amore intensa. Una telereporter e un esperto d'arte arrogante, ma affascinante, vivono una settimana da cardiopalma, mentre i riflettori del mondo sono puntati sulla Mostra del cinema, la Regata storica, la consegna di un premio letterarario , il 'Campiello', la Biennale di Architettura, le mostre allestite in tutta la città e le feste faraoniche nei palazzi veneziani, organizzate in onore degli attori, che approdano al Lido in cerca di pubblicità. Il suicidio di una donna, a cui apparentemente non mancava nulla per essere serena, è la molla che spinge la reporter, corrispondente per un agenzia statunitense italoamericana, a scavare negli ambienti nascosti della società che anima la vita mondana a Venezia e a scoprire un intrigo internazionale. Nello sfondo c'è la storia tra i due protagonisti, a tratti turbolenta e passionale e a tratti ironica. Luca seduttore disincantato e per nulla malleabile, mostra un volto enigmatico del tutto inspiegabile. Lucrezia, curiosa a costo della vita, è un segugio difficile da scoraggiare. Difficile che scatti la fiducia reciproca tra loro, anche quando la loro vita è a rischio. La trama si snoda nel clima di paura che si è creato a Venezia, sull'onda degli attentati terroristici degli integralisti islamici che hanno sconvolto il pianeta. Il giallo è ambientato nel 2014, quando Venezia erà già considerata  obiettivo sensibile per le organizzazioni terroristiche, ma da allora non è cambiato molto, anzi l'allerta è ancora più alta




📌Un Piccolo Estratto:

Sembrò che attorno a noi il mondo fosse scomparso. Era passato al tu.
Il suo sussurro era una carezza. Dio come quell'uomo ci sapeva fare e... voleva farmelo sapere. Corteggiava spietato in mezzo alla folla e poi con disinvoltura passava da una sguardo fatale su di me ad un sorriso cordiale verso il mondo. Quella modalità mi piaceva.
Ma cosa stavo facendo? Dovevo tornare con i piedi per terra, e, in quel caso, al mio lavoro, al vernissage.


Biografia :

Melany Star è una giornalista che ha lavorato come freelance in Italia per agenzie inglesi ed americane. Si è occupata di eventi internazionali  organizzati nelle principali città d’arte italiane. Ha seguito anche visite di capi di stato e grandi fatti di cronaca di interesse internazionale. Di padre americano e madre italiano , ha vissuto la sua infanzia negli Stati Uniti, dove ora si dedica a scrivere libri.  Si è laureata in Italia a Venezia, dopo aver frequentato il corso di laurea in Storia e poi è rimasta nel bel paese come corrispondente. Ora vive in una casa in riva al mare con il suo compagno e una coniglietta dal pelo grigio blu che non si fa mai accarezzare , ma che non vuole mai rimanere sola e quando è felice saltella impazzita.  Ama la politica e la fantapolitica , il glamour l’ironia e le belle serate vissute in calde atmosfere.




E' una proposta interessante non trovate anche Voi ?
Un abbraccio e ci rileggiamo al prossimo post 💝