mercoledì 14 novembre 2012

Le 50 sfumature hanno sdoganato il genere "Erotico" ...fin troppo !



Sicuramente quello che sto per scrivere potrà sembrare stupido e ipocrita ,visto che sono una di quelle lettrici a cui la trilogia "Fifty Shades" è piaciuta , e che continua a non negarsi la lettura di altri romanzi a sfondo più o meno erotico...ma guardando le uscite delle case editrici di questi ultimi due mesi mi è venuto da ridere e da piangere contemporaneamente .
Proprio pochi minuti fa stavo leggendo le prossime uscite e sbirciando fra le novità ecco che mi trovo sotto gli occhi un titolo :
"Cinquanta sfumature di estasi"IL MANUALE - di una scrittrice straniera .

Ora dico io , dopo essermi sorbita tutte le sculacciate di Mr. Grey per tutta l'estate , e dopo che non ho ancora digerito il pessimo "Diario di una Sottomessa" che di notte mi fa ancora venire gli incubi , e dopo aver messo a tacere i miei sensi dopo la lettura di
"90 giorni di Tentazione" ... mi ci voleva proprio il Manuale delle 50 sfumature di estasi ?


Che poi mi chiedo ... avevamo davvero bisogno di un Manuale del genere ? 
Non siamo forse donne con una certa indole fantasiosa a letto ? 

Ma insomma ( e qui mi riferisco alle Case Editrici) lasciateci un pò respirare aria nuova, capisco che in periodi di magra come questi ci si debba accontentare di quel che passa il convento , ma care Case Editrici abbiate pazienza , non possiamo leggere sempre storie in cui la maggior parte delle volte le donne si sottomettono ai loro bei manzi  ! Siamo stanche di leggere sempre e comunque le stesse cose , vogliamo emozioni romantiche, non scene di sesso senza amore .
Abbiamo appena messo di lato l'ossessione per i vampiri e adesso ci riproponete l'ossessione per il sesso ?
Insomma,volete finirla di fare la gara a chi vende di più,e a chi pubblica la storia di sesso più raccapricciante ?
Basta vi prego !
Poi mi chiedo una cosa...ma prima che un editore pubblichi un libro, chi lo legge ?
Chi decide cosa pubblicare ?
Perché secondo me si è perso il piacere di pubblicare un buon libro , si pensa solo al profitto e in questi mesi lo abbiamo ben capito, però abbiate un pò di accortezza nei titoli che scegliete di pubblicare , perché alla fine noi lettori non siamo stupidi , e alcuni libri vi resteranno sicuramente sul groppone, e sugli scaffali !
Scusate la predica ma proprio non ho potuto trattenermi.
Detto ciò sappiate che non mi tiro indietro nel leggere romanzi erotici , continuerò a farlo , però a questo punto farò una selezione più rigida prima !
Ovvio che se non vorrei più leggerli basta non comprarli (in questo caso io ringrazio sempre la biblioteca, fonte inesauribile di opportunità) , ma la cosa che mi fa rabbia è che si toglie spazio a libri migliori che per questione di profitti non vengono pubblicati.
Comunque adesso basta cianciare inutilmente, mi sono sfogata e adesso vado ad iniziare un nuovo libro (non erotico stavolta ...) .

Au Revoir 
MissGabrielle

8 commenti:

Stefania ha detto...

Un libro che, lavorando in libreria, mi ha fatto cappire di cosa ha bisogno la gente. Un libro che non consiglierei, MAI! PAssa a trovarmi :)

LadyAileen ha detto...

Credo che scelgano in base al costo dei diritti e alle recensioni dei giornali o riviste di settore.

Anonimo ha detto...

Mi hai letto nel pensiero Gabriella, proprio ieri ero in libreria e davanti a tutte queste nuove uscite ho pensato "cosa e' siamo passati dai vampiri all' erotico ?"
Giadona

caterinaarmentano ha detto...

Ciao,
hai letto anche i miei pensieri. Domenica sono stata in libreria e sono rimasta ... delusa, il mio antro magico subissato di copertine tutte uguali, di titoli similari e di trame scopiazzate le une dalle altre! Ma per carità, un po' di pietà! Siamo passati a ritenere il lettore un emerito cretino dalla testa vuota! Io ho voglia di titoli importanti che abbiamo un significato e che possano lasciarmi qualcosa di più che qualche nuova posizione del Kamasutra!!! (Scusa lo sfogo ma stavo per scoppiare ...)

Serena! ha detto...

Ciao!
Eh sì, sembra che ora la nuova moda sia questa.. Da una parte è anche normale! Se ci pensi, dopo "Twilight" sono fioccati i libri con vampiri (e poi con altre creature sovrannaturali), dopo "Hunger games" ci sono in circolazione tantissimi libri a genere distopico.. Insomma, tutto nella norma!
A me le sfumature non sono piaciute molto, e non so come prendere questa nuova moda.. Per carità, i libri erotici mi interessano eccome, ma non vorrei fossero tutte 'copie' di copie.. :) Speriamo bene!!

Ho anche io un piccolo blog, se ti va ti fare un salto mi farebbe piacere.. :)

Serena! ha detto...

Ps: ti seguo e ti prendo il banner, se non dispiace! :)

Sara darlene ha detto...

Io non ne posso più di questi librettini per donne (e uomini) arrapate. La letteratura NON è questo, NON è Twilight, NON è neanche Harry Potter. La letteratura è arte, mi da una noia che questa scrittrice venga inserita nell'albo dei grandi scrittori insieme a chessò, Plath Hemingway o simili.
E poi il vero genere erotico è l'Historie de O. Non ce n'è per nessunooooo

scusa il mio sfogo!

MissGabrielle ha detto...

@Sara darlene :
Ma no Sara, hai fatto benissimo a sfogarti, ci mancherebbe. E' verissimo la "letteratura" è altro , questi libri sono svago allo stato puro, non ti lasciano molto su cui "riflettere" , e molti fra l'altro molti sembrano copie le une delle altre.
Speriamo che prima o poi si rendano conto della cosa e aggiustino il tiro.

@X Tutte :
Siamo stanche di vederci rifilare sempre le stesse cose ! La verità è questa , non c'è misura !