venerdì 4 marzo 2016

(S)Consigli di Daisy #18


Buongiorno a tutti, anche se con un giorno di ritardo (mea culpa !) eccoci nuovamente qui per un nuovo appuntamento con la Rubrica degli (S)Consigli di Daisy !
Oggi le proposte di Daisy sono molto interessanti, abbiamo un romance storico ambientato nel deserto Egiziano , e un romance contemporaneo di una scrittrice molto amata delle lettrici romantiche , ma non perdiamo tempo in chiacchiere e vediamo un pò cosa Daisy ci propone :)


Titolo: "Il canto del deserto"

Autore: Adele Vieri Castellano
Editore: Leggereditore
Collana: Narrativa
Pagine : 419
Anno di Pubblicazione : 2014
Genere : Romance Storico

Indice di Gradimento  di Daisy : 3 ½ (su 5)

Trama:
1871. Sylvia, divenuta vedova dopo un disastroso matrimonio, arriva in Egitto con suo padre. Per lei è un sogno che si avvera. Finalmente vedrà i luoghi mitici che conosce solo attraverso le lettere di suo fratello Adam, che da anni collabora nelle sue spedizioni archeologiche con Lord Brokenwood, il suo amore negato dell’adolescenza, ora divenuto cieco a causa di un terribile incidente. Presto, la bellezza di Sylvia, così eterea da ricordare quella della regina Nefertiti, viene notata da Zayd Ambath, il figlio del rais. Ma lei ha altro per la testa: sta per partire per una spedizione nel deserto unica e irrinunciabile alla ricerca di quello che rimane del mitico esercito di Cambise. Solo non si aspetta che quel mare di sabbia nasconda una pericolosa minaccia, che può mettere a rischio la sua stessa vita. Toccherà a Lord Brokenwood accorrere in suo soccorso, ma l’uomo avrà bisogno di tutto il suo coraggio, e della forza dell’amore, per salvare Sylvia dalle spire del deserto.



Ho letto quasi tutto di questa autrice perché mi piace molto l'intensità che trovo nelle sue storie. Anche in questo libro non si fa eccezione però, purtroppo, tutta l'attenzione è rivolta all'Egitto con la sua storia e i suoi misteri meravigliosi. 
Deserto, tombe, siti archeologici la fanno da padroni per l'intera vicenda. 
Poi, solo poi, ci sono Sylvia e il duca e Adam con Judith. Due storie d'amore che avrebbero meritato a mio avviso più attenzione e dettagli e non solo qualche pagina qua e la per tenere viva l'attenzione. Un vero peccato perché la storia principale parla di un amore adolescenziale non corrisposto da parte di Sylvia verso Nicholas . 
Passano gli anni in cui restano lontani, con le loro vite che scorrono e inevitabilmente lasciano strascichi fino a ritrovarsi adulti, ma per Sylvia l'amore si ripresenta immutato e più forte che mai verso l'uomo che non è mai riuscita a dimenticare. Impareranno a conoscersi nuovamente da adulti con tutte le difficoltà che porta con se la menomazione di Nicholas. Una storia intensa e bella che avrebbe meritato più spazio all'interno di tutta la complessa vicenda. La seconda storia d'amore tra Adam e Judith è più giocosa  e leggera ma non per questo meno intrigante. 
Due protagonisti che si scontrano su tutto entrando in conflitto verbale a ogni incontro dando vita così a dialoghi vivaci che mi sono piaciuti molto, ma anche in questo caso lo spazio a loro dedicato è troppo poco e si arriva alla fine senza capire bene come e perché si siano innamorati.
In compenso le descrizioni dei paesaggi egiziani sono bellissime e in alcuni casi pare di trovarsi nel deserto a osservare i tramonti o a respirare l'aria calda che la sabbia porta con se però nonostante abbia apprezzato tantissimo queste cose non mi sono bastate.
Un romanzo d'amore, per me, deve sempre avere al centro i protagonisti con i loro sentimenti tutto il resto deve fare contorno e quando invece l'ambiente o altri eventi prendono il sopravvento qualcosa smette di funzionare e l'interesse cala come è successo a me per questa storia. Non posso dire che questo libro non mi sia piaciuto, non potrei proprio, ma mi è piaciuto decisamente meno di quanto mi aspettavo. 
Continuerò comunque a seguire tutte le pubblicazioni di questa autrice sperando di ritrovare le emozioni che altre sue storie mi hanno regalato :)





Titolo : "Le promesse di una Vita"

Autore: Susan Elizabeth Phillips
Editore: Leggereditore:
Collana: Narrativa
Pagine : 341
Anno di Pubblicazione : 2015
Genere : Romance Contemporaneo

Indice di Gradimento  di Daisy 4 (su 5)

Trama:
Isabel Favor è una donna di successo, considerata in America il guru dell’auto-aiuto. La sua vita è apparentemente perfetta: ha fama, denaro e un fidanzato che, tra una conferenza e un libro, non trova mai il tempo di sposare. Tuttavia, a seguito di una truffa finanziaria ordita ai suoi danni, tutto ciò che ha costruito rischia di crollare miseramente. E mentre la reputazione di Isabel è messa a dura prova dalle accuse pubblicate dai giornali, il fidanzato la lascia per un’altra donna. Lei che ha sempre risolto i problemi degli altri, scopre ora di non avere soluzioni per sé. Così, con l’animo a pezzi, parte per l’Italia alla ricerca di un po’ di serenità.Lorenzo Gage è un celebre attore di Hollywood, in Italia per lavoro. Da qualche tempo avverte una vaga insoddisfazione: fare sempre la parte del ribelle dal fascino maledetto ha i suoi vantaggi, ma ha come la sensazione di aver trascurato troppe cose nella vita. Quando vede Isabel sorseggiare del vino al tavolino di un bar, decide che è il momento di buttarsi in una nuova impresa: conquistare quella donna dall’aria tanto composta. Isabel però ha altro a cui pensare: deve ricostruire la sua vita, e le sembra difficile anche al riparo tra le mura di pietra di un casale toscano... soprattutto se quell’uomo che ha rifiutato non la lascerà in pace!



Quando vedo nuovi titoli di questa scrittrice sono sempre felice perché so che hanno due caratteristiche che mi piacciono tantissimo: protagonisti adulti e storie conclusive …...e anche quando sono parte di una serie come quelli dei Chicago Stars sono leggibili benissimo singolarmente! Evviva! :))

Questo libro ha una protagonista insolita, una psicologa guru dell'help self. 
Una persona che rispetta rigorosamente delle regole che si è data ( I quattro pilastri) e che riesce a divulgarle costruendo dal niente un impero economico. Peccato che in un determinato momento della sua vita venga lasciata dal fidanzato e contemporaneamente scopra di essere stata truffata dal commercialista che la lascia sul lastrico. 
Questo è l'inizio di una svolta per Isabel che si trasferisce in Toscana per un periodo di due mesi per recuperare la fiducia in se stessa e cercare di capire cosa fare della sua vita. Il primo giorno che trascorre a Firenze conosce subito Ren, affascinante attore hollywoodiano in pausa tra un film e l'altro. 
L'incontro è subito fisico perché, fingendosi altre persone, danno sfogo all'attrazione che provano reciprocamente anche se purtroppo rimarrà una cosa, in quel momento, senza emozioni. Tanto veloce e sterile è il primo incontro quanto la sorpresa di ritrovarsi a distanza di qualche giorno in un paesino a qualche chilometro da Firenze.
Dopo la sorpresa iniziale avverrà la conoscenza reciproca che svelerà il perché delle scelte di vita di entrambi facendo maturare nuove esigenze. I dialoghi sono spassosi e l'ambiente con un piccolo mistero da svelare rende la lettura molto carina e veloce. Sia Ren che Isabel sono delineati abbastanza bene con le loro differenze caratteriali che a volte sembrano insormontabili per una storia insieme ma alla fine troveranno il modo superare le divergenze e dar spazio al sentimento che li lega. 
La storia scorre bene a parte un pezzettino del finale che a mio avviso è molto forzato e neanche l'ho capito benissimo, però per fortuna è solo un piccolo passaggio e poi tutto torna alla normalità.
Alla coppia principale durante la storia se ne aggiunge un'altra con 4 figli a seguito più uno in arrivo che movimenteranno ancora di più tutta la vicenda aggiungendo simpatia e tenerezza.
Una trama vivace e molto piacevole che per qualche giorno mi ha trasportata insieme a Isabel e Ren negli splendidi paesaggi toscani tra vigneti soleggiati e piccoli paesini pieni di storia che mi hanno lasciato una incredibile voglia di andarli a visitare....




Bene, cosa ne pensate siete d'accordo con la nostra Daisy oppure la pensate diversamente ? Se avete letto questi libri fateci sapere il vostro parere  
Un abbraccio e alla prossima    

Gabrielle & Daisy 

3 commenti:

Anonimo ha detto...

No no daisy non sono d'accordo sul libro della Castellano, stavolta no .
Penso invece sia bello proprio perché l'attenzione è rivolta all'Egitto (quanto vorrei andarci !!!) mentre la storia d'amore forse un tantino avrebbe potuto migliorare ma ho adorato questo libro comunque nella sua complessità .
Mi piace un casino leggere la tua rubrica, senza offesa Miss...;)
Xoxo Anna

MissGabrielle ha detto...

Nessuna offesa Anna tranquilla ;)
anche a me piace leggere i pareri di Daisy ♡
Ciaoooo

daisy d ha detto...

Cara Anna anch'io vorrei poter andare in Egitto e immergermi nella sua storia piena di fascino ma sul libro della Castellano la pensiamo in maniera leggermente diversa....magari sui prossimi concorderemo. Fammi sapere...:))