mercoledì 3 giugno 2015

"Afterburn - Aftershock" di Sylvia Day


1° e 2° libro della Mini-Serie "After"

Titolo : "Afterburn - Aftershock" 

Autore : Sylvia Day
Editore : Harlequin Mondadori
Collana : HM
Pagine : 300
Anno : 2014
Genere : Romance Contemporaneo






Trama :

Le regole da non infrangere erano due: mai mischiare il piacere agli affari, mai portare il lavoro in camera da letto. Nell'attimo esatto in cui avevo posato gli occhi su Jackson Rutledge ero sicura che le avrei infrante entrambe. E non potevo dire di non sapere che sarebbe stato un grosso errore. Due anni dopo, Jax è tornato. Ma io, nel frattempo, ho imparato un paio di cosette. Non sono più la donna che conosceva, lui invece non è cambiato. A differenza della prima volta in cui le nostre vite si sono incrociate, ora so perfettamente con chi ho a che fare... e quanto possa creare dipendenza.Il lussuoso ambiente tutto glamour, sesso e potere che una volta era territorio esclusivo di Jax, non lo è più. Ora anch'io conosco le regole del gioco. La prima, la più importante, è una sola: tieniti stretti i nemici.


Parere Personale :

Moltissime volte sono stra-felice di prendere i libri in prestito in biblioteca, per il semplicissimo motivo che poi alla fine della lettura se un libro non mi è piaciuto ho la bellissima sensazione di aver fatto nonostante tutto un affare, non ho speso mezzo centesimo per un libro che alla fine si è rivelato deludente.
Come appunto in questo caso.

I libri di Sylvia Day a me la maggior parte delle volte piacciono molto (vedi per esempio la serie "Crossfire" o quella "Georgiana" ) perché sanno amalgamare bene la passione sfrenata e i sentimenti d'amore, insomma un bel connubio fra sesso e amore per capirci, ma in questa breve mini serie (se mi concedete il termine ) non ho trovato quasi nulla o meglio la storia se fosse stata ampliata un pò di più allora si, che avrebbe potuto rivaleggiare con altri libri della stessa Day, qui invece è tutto molto striminzito, si capisce che fra i due protagonisti, Gianna e Jax c'è un passato di passione che a quanto pare non si è esaurita nemmeno dopo due anni di lontananza , il problema sta nel fatto che il lettore ha la percezione che la storia fra i due riprende in maniera così veloce che ti sembra quasi di esserti perso qualcosa di fondamentale.
Leggendo avrei voluto sapere un pò più per esempio, del rapporto fra Jax e il fratello Ted, o anche con il resto della sua famiglia ,invece la Day non si concentra molto su di essi a parte per il fatto che li descrive come una famiglia da cui stare alla larga perché troppo presi dalla falsità della vita politica e del jet set , al contrario invece sulla famiglia di Gianna si concentra un pò di più e si vede il netto contrasto fra le due famiglie e non parlo del loro modo di vivere quanto dei valori familiari .
Gianna è il personaggio femminile principale eppure non mi ha colpita più di tanto, forse anche perché un pò oscurata da Jax che è il personaggio che più cattura l'attenzione in tutto il libro .
Insomma non reputo questo libro come avrete capito una lettura favolosa, ma giusto per passare un paio d'ore di relax e staccare la spina quando se ne sente il bisogno, una lettura piacevole ma nulla di più.


Voto :

2 commenti:

Lady Debora ha detto...

Questo libro a pelle non mi ispira per niente.... meglio così... stavo pensando anche io di cominciare a fare conoscenza della biblioteca ma bon c'è sempre quella parte di me contraria che vince sulle mie buone intenzioni -_-"

MissGabrielle ha detto...

Ciao Debora, non è niente di che anche se non lo leggi non ti perdi niente :(
A me invece la biblioteca aiuta molto,anzi direi che molti dei libri che leggo provengono da lì ;)
Un abbraccio