mercoledì 18 dicembre 2013

"E adesso guardami" di Logan Belle


Titolo Originale : "The Librarian" 
Autore: Logan Belle
Editore:  Fabbri
Collana :  Life
Anno : 2013
Pagine : 299

Trama:
Sebastian Barnes non è solo un uomo ricco, colto, attraente e sempre all'altezza della situazione: è anche un fotografo di grandissimo talento, abituato a spogliare le donne con lo sguardo, a dominarle attraverso l'obiettivo. Ed è capace di scoprire la bellezza dove si cela inconsapevole. Regina inconsapevole lo è del tutto. Nasconde le sue forme dietro vestiti scialbi e l'unica cosa che le interessa è farsi apprezzare sul lavoro, alla New York Public Library, dove è riuscita a diventare bibliotecaria, realizzando il suo sogno di bambina. Ma appena Sebastian posa gli occhi su di lei viene conquistato dalla sua incredibile somiglianza con Bettie Page, la più celebre pin-up degli anni Cinquanta. Nelle sue mani, grazie al suo sguardo, Regina scopre a poco a poco la propria sensualità e si concede a tutte le sue fantasie. Tutte tranne una: non vuole posare nuda per lui. Sebastian, che concepisce come unica forma di relazione il dominio ed è abituato al comando nella vita e in camera da letto, deve fare i conti con una donna forte e intelligente, che ha su di lui un grande potere: la desidera, più di chiunque altra mai. E se i ruoli si invertissero? È pronto Sebastian a trasformarsi da dominatore in dominato?


Parere Personale:

Sono stata molto titubante nel decidere se leggere questo libro o meno, più che altro perché avevo letto recensioni discordanti, ma come sempre a me piace farmi un'opinione propria sulle cose, specialmente sui libri.
Così aspettandomi il peggio ho iniziato questo libro di Logan Belle. Questo fra l'altro è il primo libro che leggo di questa scrittrice, e penso che se avrò l'opportunità ne leggerò qualcun'altro giusto per farmi un'idea precisa sul suo stile.
La storia è altamente hot, immaginatevi una giovane bibliotecaria un pò trasandata che si trasferisce a New York per lavoro.

Regina Finch è almeno all'inizio il personaggio più lontano da qualsiasi pratica BDSM mi venga in mente.
Ma basta che conosca l'affascinate Sebastian Barnes per calarsi nella parte di aspirante sottomessa senza fare una piega, anzi che dico ? neppure mezza piega !
Sebastian ordina e lei esegue, non si chiede nemmeno se è quello che vuole lei, ha un'opinione di se stessa come donna assente, completamente non pervenuta , inesistente.
Per lei esiste solo il lavoro, il lavoro, il lavoro e ancora il lavoro !
E ha una madre che io avrei strozzato volentieri più di una volta senza grossi sensi di colpa !
Sebastian dal canto suo è ricco,affermato, ha un ego enorme come una casa e questa mania di sottomettere sessualmente le donne con cui sta.
Lui è un fotografo di successo, e già dalla prima volta in cui vede Regina sente che deve averla !
Regina è un'ingenua ma ha il coraggio e forse l'incoscienza di non tirarsi indietro in questa storia . E' una persona che non sa accettare un semplice complimento sulla sua bellezza, infatti a causa della sua somiglianza viene paragonata spesso alla celebre pin-up degli anni 50 Bettie Page, ma lei non sa nemmeno chi è, e non le importa più di tanto, perché la madre le ha sempre inculcato nel cervello che il lavoro veniva sempre prima di tutto. Prima delle feste tra adolescenti, prima delle amiche, prima dell'amore stesso tanto che Regina non si è mai innamorata prima .
Il sesso alla fine aprirà per Regina le porta verso la sua vera personalità, le farà scoprire un coraggio che non pensava di possedere. 

Per quel che riguarda Sebastian, invece, resta tutto molto enigmatico, chiuso. Certo non nego che il suo personaggio abbia un notevole fascino, e nelle ultime pagine quando si scopre innamorato di Regina mi ha fatto tenerezza, solo che questa parte di lui traspare solo verso la fine del libro.
I dialoghi in questo libro fra i due personaggi sembrano non toccare mai il personale, restano quasi sempre sul lato fisico, e in un certo qual modo superficiale. Certo è una storia perlopiù  erotica ma non avrebbe certamente guastato se la Belle avesse calcato la mano un pò di più sui sentimenti dei personaggi , se avesse scavato un pò di più a fondo nelle loro emozioni probabilmente il libro sarebbe stato molto più completo.
Comunque il mio resta il parere personale di una lettrice a cui piace scavare nell'animo umano , nei suoi sentimenti più profondi, nelle emozioni più oscure e torbide .
Devo dire che mi aspettavo di peggio da questo libro invece non l'ho trovato così malaccio, ma in fondo io non ho gusti troppo raffinati.

Voto :



4 commenti:

Lady Debora ha detto...

Non mi ispirava per niente meglio così :p

MissGabrielle ha detto...

Non ti sei persa granchè ;)

..Mary.. ha detto...

Io ho odiato questo libro!! E credo che dell'autrice non leggerò più niente :)

MissGabrielle ha detto...

C'è certamente di meglio in giro, ma tutto sommato penso che potrei leggere qualche altro libro della Belle, anche se solo e dico solo ...grazie alla biblioteca, non ci spenderei soldi .

Un abbraccio
Gabri