venerdì 23 settembre 2016

"Il Ritorno" di June Gray

3° Libro  "Disarm Trilogy"

Titolo: "Il ritorno"

Titolo Originale: "Surrender"
Autore: June Gray
Editore: Newton Compton
Collana : Anagramma
Pagine : 319
Anno di Pubblicazione : 2016
Genere : Romance Contemporaneo

TRAMA:
Julie Keaton ha tutto quello che desiderava nella vita: un ottimo lavoro in una nuova città e, cosa più importante, un brillante futuro con il suo fidanzato, Jason Sherman. Almeno fino al giorno in cui lui non viene ucciso in Afghanistan. In un momento, la sua vita perfetta si trasforma in una tragedia, e Julie non desidera altro che morire, ma il motivo per cui non può lasciarsi andare è che non è rimasta davvero da sola. Passano gli anni, Julie non riesce a fare pace con il vuoto lasciato dalla scomparsa dell'uomo della sua vita e si è chiusa al mondo esterno per proteggere l'unico amore che le è rimasto: suo figlio. Ma quando Julie incontra il misterioso Neal, ricomincia a provare un po' di speranza, e pian piano questo sentimento si trasforma in qualcosa di molto più intenso. Neal, però, nasconde un pericoloso segreto che ben presto Julie scoprirà. Riuscirà la donna ad abbandonarsi a una nuova storia con Neal o resterà per sempre legata al suo doloroso passato?


 Parere Personale:

Vorrei iniziare quanto sto per dire dando una bacchettata in testa a chi alla Newton ha avuto la brillantissima idea di dare a questo libro il titolo "Il ritorno" .
Ritorno ... de che ?
Sarebbe stato meglio, molto meglio tradurre almeno il titolo originale almeno avrebbe avuto più senso perché proprio in quel "Surrender" che viene racchiusa la storia fra Neal e Julie, perché la loro storia  è un'arrendersi all'amore a costo di sfidare la paura, quella che ti terrorizza e che ti fa scappare a gambe levate.

Julie è la protagonista indiscussa di questa storia, con il dolore e la sua paura di lasciarsi andare nuovamente ad un amore che potrebbe nuovamente portarla sull'orlo del baratro, perché c'è già passata una volta e ovviamente è rimasta segnata dal dolore e dalla disperazione.
Quando incontra Neal l'unica cosa che vuole è cedere ai suoi bisogni fisici, per una volta accantonare il suo ruolo di madre single e lasciarsi trasportare dagli ormoni in subbuglio senza nessun dopo, solo un'avventura e basta.
Eppure con Neal si sente subito a suo agio, come se un filo li legasse invisibilmente.
Julie ha perso il suo fidanzato in guerra, ha dovuto crescere suo figlio da sola e l'ultima cosa che vorrebbe è legarsi nuovamente ad un militare , ma la vita a volte è talmente strana che ti mette davanti a scelte che vorresti evitare , ma l'amore è forse l'unica cosa inevitabile con cui si ha a che fare e nonostante tu ti opponga riesce sempre a scombussolare ogni piano, ogni previsione, ogni decisione.
Julie ha una paura fottuta ed è anche comprensibile questa sua paura a lasciarsi andare ai sentimenti profondi, e la scrittrice ci mostra il lato fragile di una donna che ha ancora il cuore che sanguina per vecchie ferite che mai si cancelleranno.
Ci sono scelte che pur se fanno paura vanno prese se si vuole vivere una vita piena , e Julie accanto a Neal ricomincerà a vivere come "donna" e non solo come una "madre".
Ovviamente in questo libro c'è anche un segreto che mina la fiducia di Julie in Neal e farà precipitare le cose, eppure l'amore (almeno nei romanzi) ha la meravigliosa capacità di sanare qualsiasi ferita.
E' una storia toccante quella fra Julie e Neal, perché oltre all'amore fra due persone c'è anche l'amore materno, l'infinito amore fra Julie e suo figlio Will, e Neal pian piano entrerà a far parte della loro piccola famiglia in punta di piedi per poi diventarne un componente essenziale , Neal infatti oltre ad amare Julie si innamora anche del piccolo Will .
La cosa che mi piace di questa scrittrice è che riesce attraverso le sue parole a farti emozionare, sa trasmetterti emozioni ed è questa per me una qualità unica in una scrittrice, ovviamente non mancano le scene passionali (alcune anche superflue per quanto mi riguarda) che regalano alla storia sensualità senza cadere nella volgarità.
Per quanto riguarda lo stile di scrittura , rispetto al primo libro di questa serie , ho notato ne "Il Ritorno" che è migliorato, è meno fanfiction a puntate e più romanzo in senso stretto ed è una cosa che ho apprezzato tanto visto che nel primo libro avevo la sensazione di leggere una storia a puntate.
In definitiva posso dire di aver apprezzato tanto questo libro per le emozioni che ha saputo regalarmi , forse non sarà un capolavoro ma oggigiorno anche questi scarseggiano nel panorama romance pubblicati da questa casa editrice.

Voto : 



I primi due libri "La Conquista" e "L'Abbandono" dono dedicati alla storia fra Elsie ed Henry , mentre la terza "Il Ritorno" racconta la storia fra Julie e Neal 


3 commenti:

Lady Debora ha detto...

Prima o poi mi conviceró a prendere questa serie il problema è che paiono talmente tutte uguali queste serie che mi passa sempre la voglia di spenderci i soldi e in biblioteca non ho tempo a parte la domenica ma giustamente stanno chiusi di andarci 😑😥

Gabriella ha detto...

Ho la fortuna di poter prenotare i libri in biblioteca comodamente dal computer di casa a qualsiasi ora del giorno e della notte, e se anche io non riesco ad andare in settimana ad andarci ci mando mio papà o mio marito...insomma chiunque è a disposizione , ma solitamente ci vado io .
Ma ti capisco bene a volte non vale la pensa spendere soldi per certi libri che poi si rivelano inutili, io con quelli della Newton solitamente faccio spesa quando fanno le offerte a 0,99 .
Giusto oggi ci sono 20 titoli ebook a quel prezzo, se riesci dai un'occhiata , io ho reso quello della Douglas (l'ultimo della serie uscito da poco )
Ciao
Gabri

Gabriella ha detto...

volevo dire "preso" !!!!
Pardon !