giovedì 7 aprile 2016

(S)Consigli di Daisy #19



Buon pomeriggio a tutti, rieccoci qui per un nuovo appuntamento con gli (S)Consigli della nostra lettrice romantica per eccellenza .
Stavolta la nostra Daisy ci propone due libri diversi per ambientazione, visto che uno è uno storico e l'altro un contemporaneo ma non voglio svelarvi nient'altro....leggiamo subito i suoi pareri !


Titolo : "La ragazza dagli occhi scuri"

4° e ultimo libro della serie dedicata ai Fratelli Travis 

Autore: Lisa Kleypas
Editore: Leggereditore
Collana: Narrativa
Pagine : 297
Anno di Pubblicazione : 2015
Genere : Romance Contemporaneo 

Indice di Gradimento  di Daisy 3 - (su 5)

Trama:
Avery Crosslin è una designer di talento e ha davanti a sé una brillante carriera nel settore della moda... Fino al giorno in cui il fidanzato la abbandona sull'altare, capovolgendo tutto il suo mondo. Sfinita e mortificata, con un dolore che le attanaglia il cuore per l'aggravarsi della malattia del padre, Avery fa una scoperta sorprendente: ha una sorellastra, Sofia, di cui aveva sempre ignorato l'esistenza. Il desiderio di conoscerla è così forte da farle decidere di abbandonare tutto per ripartire da zero insieme a lei. E allora addio New York e addio a una carriera sicura: la nuova destinazione è Houston, Texas, l'obiettivo aprire un'agenzia di wedding planner. Per Avery è giunto il momento di affrontare di nuovo la vita. Ma le vecchie ferite faticano a rimarginarsi, e quando un intrigante sconosciuto inizia a corteggiarla con dolcezza e sensualità, Avery si ritrae per il timore di soffrire ancora. Lui è Joe Travis, un affascinante fotografo disposto a utilizzare ogni mezzo pur di guadagnarsi la fiducia di quella bellissima ragazza dagli occhi scuri... In anteprima mondiale, un regalo di Lisa Kleypas alle lettrici italiane. Una storia romantica e commovente che colpisce dritto al cuore.



Se questo libro fosse stato scritto da una qualsiasi autrice direi che è leggibile senza lode né infamia MA questa storia è stata scritta da una delle regine del romance e allora la prospettiva cambia. Quando a  scrivere una storia d'amore è Lisa Kleypas le mie aspettative non sono solo alte ma diventano altissime e quindi questo libro, mio malgrado, per me diventa mediocre.
Parto col dire che la trama riportata sulla copertina è completamente sbagliata. Non c'è una lunga degenza del padre di Avery in ospedale e il primo incontro tra i due è completamente diverso da come viene riportato come tutto quello che ne segue.
Avery con la sorella, conosciuta da poco, gestisce un'agenzia che organizza matrimoni in grande stile per gente ricca. Proprio durante uno di questi ricevimenti incontra Joe Travis.  Joe fa parte di una ricchissima e unita famiglia del Texas e come i fratelli più grandi (protagonisti dei bellissimi libri precedenti di questa saga) è pieno di fascino e carisma. 
Joe farà di tutto per convincere Avery a iniziare una relazione seria e dopo molta fatica riuscirà a convincerla. In breve questa è la trama reale di questo libro. Non ci sono drammi ma solo due persone che provengono da ambienti diversi con diverse esperienze che a volte fanno fatica a conciliare o almeno questa è l'idea di Avery. 
La storia non è proprio originale ma quello che non mi è piaciuto è il poco approfondimento dei due personaggi principali, soprattutto di Joe. I libri precedenti che raccontavano le storie dei due fratelli e della sorella erano ricchi di particolari e di dettagli che facevano “innamorare” dei protagonisti. In questo caso sappiamo ovviamente che Joe è strepitoso ma lo sappiamo per intuito perchè vediamo tutto attraverso Avery che è la vera protagonista di questo libro. 
La storia principale inoltre è alternata con il racconto del nuovo matrimonio che l'agenzia sta organizzando che coinvolge Ryan cugino di Joe. Si inserisce inoltre anche una seconda storia d'amore tra la sorella di Avery e un loro dipendente. 
Tutto questo divagare mi ha fatto perdere l'interesse per quello che doveva essere il fulcro di questo libro: la storia d'amore. Tutto è annacquato e l'interesse che provavo nel continuare la lettura è stato più volte altalenante tra curiosità e disinteresse. Mi aspettavo una storia piena di passione e sentimento come lo erano stati i libri precedenti soprattutto Una lunga estate in Texas che ho trovato bellissimo ma invece posso dire di aver letto un libro facilmente dimenticabile.
CHE PECCATO visto che è anche il libro che chiude questa saga bellissima!! 
Un personaggio però ha catturato la mia attenzione anche se compare pochissimo ma promette davvero molto bene.....Ryan Chase cugino di Joe ( il quasi sposo per intenderci )......un libro su di lui lo leggerei davvero molto volentieri perchè ha tutte le caratteristiche per essere un gran bel personaggio in pieno stile Kleypas.....a chi conosce questa autrice capirà sicuramente di cosa parlo! ;)




Titolo: "Un amore di fine secolo"

Autore: Viviana Giorgi
Editore: Emma Books
Collana: Vintage 
Pagine : 423
Anno di Pubblicazione: 2014
Genere : Romance Storico
Formato : Ebook 

Indice di Gradimento  di Daisy 3 - (su 5)

Trama: 
Un uomo non ha il diritto di essere tanto seducente, che sia un principe o un semplice… Questo pensa Camille Brontee, giovane inglese da poco sbarcata a New York, nell’attimo in cui il suo sguardo si posa per la prima volta sull’impetuoso e imprevedibile Frank Raleigh, scambiandolo per un facchino. E quando, poche sere dopo, lo incontra di nuovo in un palco del Metropolitan, affascinante nel suo impeccabile abito da sera nero, a pensare non riesce neppure, perché il respiro all’improvviso le si blocca in gola. Inizia così, nell’ottobre del 1898, l’avventura di Camille Brontee nel Nuovo Mondo, dove tutto è possibile, dove persino una donna può guadagnarsi un posto in un universo maschile come quello della redazione di un giornale. Nel suo consueto stile brillante e arguto, Viviana Giorgi ci racconta un’appassionata quanto tormentata storia d’amore ambientata, tra realtà e finzione, nella New York moderna e vibrante del mondo dell'editoria e della high society, ma anche dei conflitti sociali e delle prime rivendicazioni femminili. Non solo. C'è un altro personaggio che sgomita e spinge lungo tutto il romanzo per emergere: è il Novecento, il nuovo secolo, con le sue promesse e le sue speranze.



Una storia carina ambientata a fine 1800 ricca di particolari e di cambiamenti  legati spesso al nuovo secolo che arriverà. 
Camille non è la solita protagonista dei romanzi storici e lo si capisce già dal fatto che è una giornalista che pian piano viene sempre più apprezzata nella comunità. Assaporerà l’indipendenza e non riuscirà più a farne a meno e per difenderla sarà disposta a rischiare anche l’amore che prova per Frank, almeno all’inizio.  
La controparte maschile, Frank, mi è piaciuto abbastanza ma in alcuni momenti avrei voluto scuoterlo perché non riuscivo a capire il perché delle sue azioni. 
La storia d’amore è articolata in tante fasi legate  sia a dei cambiamenti nella vita di entrambi i protagonisti sia a delle incomprensioni trascinate a lungo e prima di arrivare al lieto fine ne passeranno molte di cose, forse troppe (molte!).. 
Un libro interessante soprattutto nella prima metà poi le cose rallentano perché purtroppo  il continuo tira e molla tra Camille e Frank (trascinato a oltranza fino alla fine)  non ha contribuito a alleggerire  la vicenda ma, al contrario,  l’ha solo resa molto più “lenta” e sicuramente meno appassionante almeno per i miei gusti. Un’ambientazione e dei personaggi  che mi incuriosivano molto e che promettevano davvero bene, forse alcune pagine in meno avrebbero aiutato a centrare di più l’obbiettivo e a rendere tutta la narrazione più intrigante.
A volte “la quantità” e il protrarsi all'infinito di alcune situazioni non aiutano a raccontare una bella storia d'amore almeno questo è quello che ho pensato quando ho terminato questo libro. :(



Bene, cosa ne pensate siete d'accordo con la nostra Daisy oppure la pensate diversamente ? Se avete letto questi libri fateci sapere il vostro parere  
Un abbraccio e alla prossima    

Gabrielle & Daisy 

4 commenti:

Alisya Rowiel ha detto...

Non ho letto nessuno dei due libri, ma ad essere sincera non mi ispirano più di tanto. Però trovo che la copertina di "Un amore di fine secolo" sia molto carina! ;)

MissGabrielle ha detto...

Ciao Alisya, il libro della Kleypas è da almeno un annetto nella mia libreria ma non ho ancora avuto modo di leggerlo, mentre il libro della Giorgi a me incuriosisce anche solo per l'ambientazione storica a cavallo di due secoli .
E si la copertina di "Un amore di fine secolo" è davvero carina piace anche a me ;)

Il salotto del Gatto Libraio ha detto...

Neanche io ho letto nessuno dei libri e tra l'altro neanche li avevo mai visti in giro...trovo questa rubrica vetamente carina e utile complimenti ^_^

daisy d ha detto...

Grazie gatto libraio sono contenta che i miei commenti amatoriali ti piacciano!:))