venerdì 23 ottobre 2015

"Il Conte di Glencrae" di Stephanie Laurens

3° Libro della Serie "Cynster Sisters"

Titolo:  Il Conte di Glencrae

Titolo Originale: "The Capture of the Earl of Glencrae"
Autore: Stephanie Laurens
Editore: Leggereditore
Collana : Narrativa
Pagine : 502
Anno di pubblicazione : 2014
Genere : Romance Storico

Trama:
La caparbia Angelica Cynster è certa che riconoscerà a prima vista l'uomo destinato a diventare suo marito. Quando i suoi occhi incontrano quelli di un misterioso nobiluomo, capisce senza ombra di dubbio che lui è quello giusto. Ma presto il suo cuore batterà forte per il motivo sbagliato: la sua anima gemella in realtà ha deciso di rapirla. L'uomo misterioso altri non è che l'ottavo conte di Glencrae e non ha scelta, ha dovuto rapire Angelica, l'unica delle sorelle Cynster con cui non ha mai voluto invischiarsi. Per salvare il suo castello e la sua famiglia, deve persuaderla ad aiutarlo... ed è pronto a chiederne la mano per siglare l'accordo!


Parere Personale: 

Credo che le lettrici che amano i romance storici come me conoscano bene Stephanie Laurens e i suoi libri nonché la lunghissima serie dei "Cynster" visto che fino ad oggi comprende circa 23 libri (novelle escluse) , inoltre nello specifico questo libro che ho letto "Il Conte di Glencrae" fa parte della mini-serie dedicata alle sorelle Cynster (5 libri in totale fino ad oggi ma conoscendo la Laurens chissà che la lista non si allunghi ulteriormente) .
Personalmente sono molto affezionata a questa scrittrice, visto che il primo libro della serie Cynster è uno dei primi romance che ho letto  e che ha contribuito a farmi affezionare al genere romance storico.

Ma veniamo a questo libro nello specifico Angelica è la minore delle tre sorelle Cynster e credo di poter dire quella con il carattere più forte, talmente forte in alcuni punti del romanzo da mettere in secondo piano lo stesso Conte .
A confronto fra i due protagonisti è proprio lei che emerge di più nella storia e vi dirò anche di più in alcune scene il carattere tipicamente Cyntser mi ha dato quasi sui nervi, diciamo pure che Angelica potrebbe essere benissimo un Devil Cynster in gonnella .
Poi metteteci pure quegli insopportabili cugini Cynster sempre pronti a intervenire quando in ballo c'è una persona della loro famiglia , e il loro senso di protezione che arriva alle stelle li rende un pò troppo ossessivi-possessivi .
Per quanto riguarda il rapporto fra Angelica e Dominic (Conte di Glencrae) mi è piaciuto il fatto che la loro attrazione e il gioco di seduzione messo in atto da Angelica sia cresciuto pian piano e non si può certo dire che lei sia una donna che non sappia prendersi ciò che vuole ma con i suoi tempi, e forse , e dico forse risulta un pò troppo moderna per l'epoca, ma dopo tutto è un romanzo e il suo scopo è farci sognare quindi accettiamo e diamo per buono il suo personaggio.
I cattivi della storia sono di poco conto e non lasciano nessun segno, e ho trovato un pò ridicolo tutto il fatto riguardante il calice e tutta la storia che ci gira intorno :(

Forse 500 pagine per questa storia in realtà sono un pò esagerate visto che in alcuni punti la storia sembra un pò noiosetta , comunque meglio così che ritrovarsi con una storia tagliuzzata e non integrale, la Laurens resta sempre una delle mie scrittrici di romance preferite perché riesce a dare ai suoi personaggi un discreto fascino e un notevole carattere anche se in questo libro il Conte di Glencrae rimane un pò troppo nell'ombra rispetto alla sua co-protagonista.
Detto questo, voi lo avete letto ? Cosa ne pensate di Angelica e Dominic ?
Io dal canto mio non lo esalto come romance ma non nego che l'ho letto con piacere.

Voto :


 

4 commenti:

Lady Debora ha detto...

Le mie aspettative per questo libro sono enormi oltre al fatto che questo libro sembra non sia mai esistito nella libreria da me O.O mi sa che devo iniziare a fare un giro in biblioteca..

MissGabrielle ha detto...

La Laurens è una scrittrice molto brava,anche se a me la protagonista di questo libro è sembrata un pò troppo moderna e indipendente ;) resta una storia molto carina

daisy d ha detto...

E' da qualche tempo che vedo questo titolo in giro ma mi frena sempre il fatto che si parli ancora una volta dei Cynster. Troppi fratelli, cugini e parenti vari. Troppi libri che girano intorno a un'unica famiglia. Qualcuno l'ho letto ma non mi hanno mai conquistata così tanto da rincorrere gli altri libri. Stavolta passo visto che anche tu lo classifichi piacevole ma niente di più... ;)

MissGabrielle ha detto...

Sì Daisy anch'io ho lasciato perdere la serie Cynster è davvero troppo lunga e questo libro tutto sommato piacevole non è uno di quei libri indimenticabili che non si può fare a meno di leggere .
BACI
Gabri