giovedì 6 agosto 2015

"Cuore Selvaggio" di Diana Palmer


Titolo : "Cuore Selvaggio"

Titolo Originale: "Savage Heart"

Autore: Diana Palmer
Editore : Harlequin Mondadori
Collana : Harmony Romance
Pagine : 296
Anno di pubblicazione :2014
Genere : Romance Storico /Ambientazione primi del 900







Trama:
1903. Arrivo stazione di Chicago sabato ore 14.00. Tess.
Quando Matt Davis riceve questo telegramma non riesce a credere ai propri occhi. Dopo essersi lasciato alle spalle l'identità di Corvo Rosso per unirsi all'agenzia investigativa Pinkerton, credeva che il capitolo della sua vita riguardante Tess Meredith fosse definitivamente chiuso, perché ora lui è un uomo diverso, anche se è convinto che rimarrà per sempre un selvaggio. Ancora non si rende conto che anche Tess è cambiata. È diventata una donna ed è pronta a combattere con le unghie e con i denti per i propri diritti all'interno della società. E per l'uomo che ama. Un romanzo emozionante, una protagonista femminile agguerrita e un agente investigativo dal fascino irresistibile.

Parere Personale:
Non so se capiti anche a voi di avere quei periodi in cui avete voglia di leggere solo storie in cui ci sia il lieto fine , e con non troppi drammi nella trama, ecco quando io ho uno di questi periodi vado sempre sul sicuro e mi affido ai romance a lieto fine di Diana Palmer ! 
Ormai è assodato che i suoi libri riescono a regalarmi quel pomeriggio di meritato relax fisico e mentale . Sono quasi meglio delle gocce EN , ti tranquillizzano e rilassano al punto tale che sai che anche se fra i protagonisti ci sarà inevitabilmente qualche grattacapo o incomprensione alla fine tutto si sistemerà per il meglio :) 

Anche in questa storia è stato così, anche se i veri problemi qui erano tutti nella testa del nostro fascino protagonista maschile Matt Davis.  Adesso vi svelerò un segreto, a me solitamente non intrigano più di tanto le storie in cui i protagonisti sono pellerossa o indiani, ma qui Matt Davis, un Sioux chiamato Corvo Rosso ma da cui ormai ha preso le distanze riuscendo a costruirsi una nuova vita in cui il suo passato di Sioux non trova spazio , mi ha piacevolmente colpita. Forse per quel suo carattere quasi scontroso, e lo sguardo da duro ma mi ha preso parecchio. La storia in sé non è questo capolavoro e non lo nego ma come dicevo prima mi ha deliziata . Matt è stato salvato quando era in fin di vita dal Dottor Meredith e da sua figlia Tess ancora ragazzina, ma fra quest'ultima e Matt si è instaurato un rapporto di amicizia profondo che col passare degli anni maturerà fino a sfociare in una passione travolgente. Ok arrivata a questo punto non posso dirvi altro, vi parlerò invece delle incongruenze che a parer mio vi ho trovato.
Tess tanto per cominciare è una donna con un carattere indomito, un pò troppo moderna su alcune cose e molto più tradizionalista su altre. Si butta a capofitto nella lotta insieme alle suffragette per dare la parità alle donne con coraggio, ma anche con una buona dose di stupidità inoltre la sua testardaggine nonché spirito d'iniziativa circa le indagini su un certo delitto mi ha un pochino spiazzata, ma alla fine risulta un personaggio gradevole se non fosse che verso la fine si trasforma un pò in una specie di Wonder Woman e prendi a calci i cattivi...  
                                                                                                                                                  
 Altra cosa...un pellerossa dovrebbe avere dal colore della pelle ai tratti somatici leggermenti diversi da un individuo bianco caucasico (cosa che lo stesso Matt puntualizza a Tess per enfatizzare le loro differenze) eppure nessuno dei conoscenti di Matt capisce che è un uomo con profonde radici indiane ???   Aggiungeteci il fatto che Matt sotto il capello e la giacca nasconde una treccia di capelli chilometrica.... e nessuno fino a quando lui non decide di dirlo al mondo intero se ne era mai accorto ? :( :|
E daiii Diana mica siamo sceme , siamo solo lettrici  romantiche !!!                                               Comunque a parte tutto questo mi sono goduta la lettura come non mi capitava da tempo , la Palmer come sapete o si ama o si odia. Io la trovo perfetta come pillolina antistress ;) 
Voto :

                                       






2 commenti:

Lady Debora ha detto...

E pensare che ho parecchi ebook della Palmer e ancora non ne ho mai letto uno 0.0

MissGabrielle ha detto...

Direi che almeno uno potresti leggerlo anche così per farti un'idea del suo stile ;) Facci un pensiero e buttati prima o poi
Baci
Gabri