giovedì 25 giugno 2015

A Caccia di Libri # 29

Buon pomeriggio a tutti, come potete notare con l'arrivo dell'estate mi è venuta voglia di dare una svecchiata al blog, non che abbia stravolto chissà che ma non sono molto brava con la grafica e con i codici html , quindi quel poco che sono riuscita a realizzare mi piace  abbastanza.
In questi ultimi giorni sto riprendendo il ritmo con le letture , giusto ieri ho iniziato a "divorare" il libro della Gabaldon "Legami di Sangue" (ho beccato l'ebook nel CSBNO e l'ho praticamente scaricato-calibrato-caricato sul mio Kindle  nel giro di uno stranuto...nonché stravaccata sul divano l'ho iniziato a leggere ) .
Ma nonostante sono molto presa dalla lettura volevo lo stesso segnalarvi dei libri che trovo interessanti e che penso di leggere prima o poi....



Titolo :  "Quella certa dipendenza dal tasto invio" 

Autore : Lucia Del Pasqua
Editore : Baldini Castoldi
Collana : Romanzi e Racconti
Pagine : 290
Anno : 2015
Genere: Narrativa Contemporanea
In Libreria dal 8 Luglio 2015



Trama:
Un gatto per il quale Penelope nutre un amore sconfinato, e viceversa, per questo l’ha chiamato Saffo, un Mac dove scrivere noiosissimi e inutili pezzi sulle ultime tendenze, un piccolo bilocale, e la decisione di essere una fashion blogger di professione, e quindi vivere di hashtag, e di soventi manifestazioni di ipotetici influencer.
Penelope odia la moda ma ci lavora, odia quelli della moda, ma ci esce, non ha un buon rapporto con i social network, ma ci campa, sogna le chiamate al telefono fisso e invece manda messaggini con facce, simboli e parole mozzate, non ha mai avuto storie, ma ha tanti uomini, perché ha sempre pensato che l’Illuminismo fosse più conveniente del Romanticismo. Fino a quando conosce Yiannis, su Facebook. Peccato viva ad Atene. Dopo mesi di chat i due concretizzano il rapporto virtuale materializzandosi a Parigi, dove Penelope avrebbe dovuto iniziare un libro. Da lì è tutto un rimbalzare tra Italia e Grecia, mentre Penelope da libertina e cinica diventa sempre più gelosa e paranoica, e Yiannis di conseguenza distaccato. Era meglio essere «illuminista».




Titolo:  "A Lupita piaceva stirare"

Autore : Laura Esquivel
Editore : Garzanti 
Collana: Narratori Moderni
Pagine : 191
Anno : 2015
Genere : Narrativa Contemporanea 
In Libreria dal 11 Giugno 2015


Trama:
Fuori, Città del Messico splende delle luci della notte e il rumore della città si leva alto. Lupita non vuole sentire. Ha chiuso tutte le finestre, ha abbassato tutte le tende. Vuole stare sola e cercare di non pensare. E l'unico modo in cui riesce a farlo è stirare. Il gorgogliare dell'acqua che si scalda, il vapore denso che offusca la vista, il profumo dei panni puliti che si intensifica nell'aria hanno il potere di calmarla. Perché le ricordano sua madre e la felicità di quando era bambina. Ma quei tempi sono ormai lontani, Lupita è diventata una poliziotta e oggi ha fallito nel compito che le era stato affidato, proteggere un politico durante un trasferimento. Le sue mani tremano ancora e questo la riporta a una notte di tanti anni prima, quando la sua vita si è interrotta. Perché Lupita è una donna spezzata e il suo cuore è chiuso in un nodo di dolore che nasconde un segreto del suo passato che non può dimenticare. Ma adesso la sua vita è in pericolo, perché durante la missione Lupita ha visto qualcosa che non doveva vedere. Per salvarsi deve indagare e trovare i reali colpevoli, anche se questo rischia di riaprire le ferite del suo cuore. Ma solo così, forse, potrà riaffacciarsi alla vita e all'amore..



Titolo : "Il Sogno più bello"

Autore : Hester Browne
Editore : Garzanti 
Collana : Narratori Moderni
Pagine : 430
Anno : 2015
Genere : Romance Contemporaneo
In Libreria dal 2 Luglio 2015


Trama:
Rosie ha trent’anni ed è una delle più famose wedding planner di Londra. Organizza ricevimenti indimenticabili in un lussuoso e antico hotel dalle ampie sale e dagli scintillanti addobbi. Nessuno sa quanto lei qual è il fiore più adatto per il centrotavola, il colore più alla moda per le tovaglie o la musica perfetta per creare la giusta atmosfera. Tutte le spose della città vogliono i suoi consigli. Eppure per Rosie la preparazione del giorno più bello della vita non ha nulla di romantico. Si tratta solo di lavoro. Perché lei non crede più nel matrimonio. Perché Rosie non può dimenticare il momento in cui è stata abbandonata sull’altare. Da allora non riesce a intravedere nessun lieto fine all’orizzonte, nessuna promessa che possa durare per sempre. Fino a quando non è costretta a lavorare fianco a fianco con Joe, tornato da un viaggio intorno al mondo per curare il suo cuore ferito. Ma, nonostante tutto, Joe non ha smesso di avere fiducia nella forza di Cupido. Tra i due lo scontro è immediato. I loro obiettivi non potrebbero essere più diversi. Per Joe è importante che gli sposi siano sicuri di fare la scelta giusta e non importa se il ricevimento salta. Per Rosie si tratta solo di affari e la carriera è l’unica cosa su cui ha concentrato tutta sé stessa dopo la fine della sua relazione. Eppure, giorno dopo giorno, Joe riesce a fare breccia nel suo cinismo. A mostrarle che se è vero che l’amore a volte può ingannare e far soffrire, a volte può anche regalare nuove inaspettate possibilità. Rosie deve scoprire se è pronta a coglierle, se è pronta a rischiare di nuovo. Perché nei sentimenti non ci sono regole, solo emozioni da vivere. 
Dopo aver fatto sognare migliaia di lettori con Regalami una favola, per settimane in classifica sul «New York Times», Hester Browne torna a parlare di emozioni e di coraggio. Il coraggio di lasciarsi andare, di abbattere il muro delle proprie paure. Perché arriva sempre il tempo per amare e credere che possa durare davvero per tutta la vita.




Titolo : "Tu sei il mio Desiderio"

Autore : Elizabeth Anthony
Editore : Garzanti 
Collana : 
Pagine : 270
Anno : 2015
Genere : Romance Storico /Soft Erotic 
In Libreria dal 2 Luglio 2015


Trama:
Oxfordshire 1921. Le antiche sale della dimora di Balfiled Hall sono troppo ampie e solitarie per Madeline. A diciassette anni, sola al mondo, è stata costretta a lasciare il suo paese, la Francia, per andare in Inghilterra, patria del suo tutore, il Duca Mr Maldon. In questa terra lontana, la ragazza non conosce nessuno, tutto le sembra ostile. Solamente nell’immensa biblioteca riesce a ritrovare il sorriso. Lì, tra quelle pareti colme di libri che parlano di mondi da scoprire, ha trovato il suo rifugio. Eppure un giorno tutto cambia. Passeggiando per i boschi, quasi per caso, si imbatte nel guardiacaccia della tenuta: Nathan Mallory. I suoi modi bruschi e arroganti non riescono a celare la bellezza dei suoi occhi. I suoi occhi scuri come il buio più profondo, che sono capaci di leggere fin negli abissi della sua anima. Madeline rimane senza fiato e cerca di resistere. Vengono da mondi diversi e cedere alla tentazione è sbagliato. È proibito. Ma anche inevitabile. Perché i loro cuori parlano la stessa lingua. Quella della passione, del desiderio, della fusione l’una nell’altro senza timori. Fino al momento in cui il giorno arriva, il fuoco della notte si spegne e i segreti che Nathan le ha nascosto vengono a galla. Segreti che parlano di Mr Maldon, l’uomo che l’ha accolta e protetta. L’uomo che ora più che mai ha bisogno di lei per difendere la sua relazione con Sophie che ancora una volta è in pericolo. Madeline è davanti ad un bivio. Credere a Nathan è difficile, anche se è impossibile dimenticare quegli attimi in cui nulla aveva più senso. Solo i loro battiti all’unisono, solo i loro respiri in un unico respiro.




Titolo : "Ti prego perdonami"

Autore : Melissa Hill 
Editore : Rizzoli
Collana : Rizzoli Best 
Pagine : 364
Anno :2015
Genere : Romance Contemporaneo
In Libreria dal 25 Giugno 2015 



Trama: 
Chi non ha mai sognato di saltare sul primo aereo e lasciarsi tutto alle spalle? Leonie, capelli rossi e cuore irlandese, l'ha appena fatto. Se ne è andata da Dublino mandando a monte il matrimonio, ed è volata nell'incantevole e libera San Francisco dei cable car, delle otarie che prendono il sole sul molo, dei cieli azzurrissimi e frizzanti, per provare a iniziare da capo in un luogo dove nessuno sa chi è, né conosce il suo segreto. Ma ad aspettare Leonie c'è una storia misteriosa, racchiusa in un cofanetto di legno che trova per caso nella casetta in stile vittoriano con vista sul Golden Gate che ha preso in affitto. Il cofanetto è pieno di lettere d'amore, tutte indirizzate a una certa Helena, e tutte si chiudono con un'identica frase: ti prego, perdonami. Chi è quest'uomo così gentile, dolce e disperato che le firma? E perché le lettere sono ancora lì, dimenticate? Commossa dalle parole toccanti e vere che si ritrova a leggere. Leonie si imbarca nell'impossibile tentativo di rintracciare la destinataria di un amore passato. E, forse, ricostruendo la storia d'amore di due sconosciuti riuscirà a fare i conti con la propria. In questo nuovo libro di Melissa Hill tornano lo humor leggero, le amicizie luminose che resistono alla distanza, la curiosità delle ragazze che fa sempre girare il mondo. E, naturalmente, l'amore, più forte che mai.


Alcune di queste scrittrici ho avuto già modo di conoscerle avendo letto qualche loro precedente libro , tipo la Anthony  e la Browne , le altre invece non le conosco se non per sentito dire, quindi mi piacerebbe proprio leggere i loro libri . 
Voi cosa ne pensate di questi titoli, siete curiose quanto me , pensate di leggerli o piuttosto di evitarli ?
Fatemi sapere che son curiosa !!! <3 

Un abbraccio
MissGabrielle

9 commenti:

Geeky Bookers ha detto...

Leggerò sicuramente quello di Lucia del Pasqua e di Hester Browne, della quale ho adorato il primo romanzo. Anche gli altri non mi spiacerebbe leggere... ma intanto mi fermo a questi! ;)

MissGabrielle ha detto...

Ciao si la Browne ispira tanto anche a me ♡

daisy d ha detto...

La trama di A Lupita piaceva stirare mi incuriosisce moltissimo....del resto stirare piace anche a me!;)

MissGabrielle ha detto...

Nooo Daisy, io odio stirare soprattutto le camice ! E' un tormento soprattutto d'estate :(

daisy d ha detto...

Cara Gabri so che a molte stirare non piace ma a me rilassa...mi consente di guardare la tv o ascoltare musica nel frattempo, inverno o estate che sia. E non credere che di camice non ne sappia qualcosa....mio marito le porta SEMPRE a manica lunga!:)

MissGabrielle ha detto...

Condividiamo allora la croce delle "Camicie a manica lunga" !!!!
Io sto provando a fargli amare le polo ....chissà....magari ci riesco prima degli 80 anni ! ;)
Buon sabato
Gabri

Angelita ha detto...

Ciao ragazze, anch'io odio stirare, soprattutto le camicie, per fortuna mio marito d'estate porta le polo, un altro motivo per adorare l'estate!!! Mi incuriosiscono A Lupita piaceva stirare e Ti prego, perdonami. Un abbraccio

Lady Debora ha detto...

Di Melissa Hill ho letto un suo libro precedente e penso di procurarmi anche questo... Io per fortuna ancora non mi sposo e quindi ancora non tocca stirare ahahhaha anche se devo dire che non mi dispiace farlo se c'è la tv accesa a tenermi compagnia ;)

MissGabrielle ha detto...

D'inverno non dispiace tanto neanche a me (a parte le camicie) stirare ma d'estate lo odio !!! Preferisco di gran lunga lavare i piatti !!!! :)

Un abbraccio a tutte e due
Gabri