venerdì 12 dicembre 2014

"Meno cinque alla Felicità" di Virginia Bramati


Titolo Originale : "Meno cinque alla Felicità"
Autore : Virginia Bramati
Editore : Mondadori
Collana : Libellule
Anno : 2014
Pagine : 219
Genere : Narrativa / Romance Contemporaneo
Disponibile anche in ebook 

Trama: 
Costanza Moretti, brillante giornalista in un giornale finanziario di New York, non dovrebbe farlo, e anche il suo capo (nonché amante) è molto contrariato. Ma lei ormai ha deciso: per Natale torna in Italia, a Verate. Sua mamma e sua sorella Eleonora le sembrano troppo strane al telefono, e da quando - pochi mesi fa - il papà è morto la gestione della mitica Trattoria Moretti, nel centro del paese, è tutta nelle loro mani. Non è solo la preoccupazione, però, a indurla a partire, c'è qualcosa di molto più pressante: una voce insistente che da qualche giorno la assilla, decisa a non tacere finché non avrà ottenuto ciò che vuole. Costanza quella voce la conosce bene, da sempre... è la voce di suo padre! Allucinazioni? Non si direbbe. Suo padre ha una missione segreta e lei dovrà aiutarlo a portarla a termine: entro cinque giorni, quelli che mancano al Natale! Approdata a Verate, toccherà a Costanza pensare a tutto: sua madre ed Eleonora stanno lasciando andare la trattoria, ormai servono solo il caffè e a pochi giorni dal Natale non hanno nemmeno messo mano alle decorazioni. La sola cosa di cui si sono occupate è stato allevare le solite tre oche bianche destinate a essere cucinate per il pranzo... Ma c'è un'altra sgradita sorpresa che attende Costanza: la mamma ha affittato la stanza sopra la rimessa a un uomo di cui nulla si sa se non il nome - Andrej - e il fatto che (forse) lavora come muratore, (forse) è estone e... (sicuramente!) è molto affascinante.



Parere Personale :

E' il primo libro di Virginia Bramati che leggo e sarà che siamo nel periodo natalizio, sarà che mentre leggevo comodamente seduta sul divano a guardare da un lato il mio albero di Natale e dall'altro il presepe ma mi sono goduta la storia di questo libro dalla prima all'ultima pagina.
Reputo questo libro un regalo inatteso, proprio come il Natale per Costanza, la protagonista di questa storia , che dalla caotica New York dove lavora si ritrova a ritornare a casa in un paesino della Brianza a pochi mesi dalla morte del padre.
Al suo arrivo Costanza trova la desolazione, sono scomparsi i ricordi dell'albero di Natale, del vischio bene augurante, delle lucine, dei colori e dei sapori della tradizione, tutto perché la Roccia (ovvero suo padre) non c'è più e sembra che abbia portato con sé anche lo spirito natalizio che rendeva speciale il Natale a casa Moretti .
Ma Costanza ha una missione da compiere ovvero pur non avendone tanta voglia vuole rendere omaggio al papà festeggiando come da tradizione e come avrebbe voluto lui stesso,un Natale degno di questo nome, perché come diceva sempre "nessuno deve star solo a Natale."
Fra fiocchi di neve, oche impertinenti, nipotini strepitosi, e presunti muratori estoni , ecco che la scrittrice ci invita fra ironia e una leggera nostalgia a festeggiare il Natale con le persone che più amiamo.
Una favola dal sapore natalizio, ecco cos'è per me questo libro di Virginia Bramati, reso ancora più bello dal lieto anzi lietissimo fine .


Voto : 


6 commenti:

daisy d ha detto...

Mi hai invogliato a leggerlo. Spesso le cose semplici sono le migliori....

MissGabrielle ha detto...

Parole sante cara Daisy !
Sono lieta di essere riuscita a invogliarti nella lettura.
Ciao ,un abbraccio

Anonimo ha detto...

É li in attesa, penso che lo leggerò presto, anche perché il precedente dell'autrice lo avevo letto con piacere. Mi riferisco a tutta colpa della neve ( e anche un po di New York). Se non mi sbaglio i due libri sono collegati: in Meno cinque alla felicità la protagonista é la migliore amica della protagonista del libro precedente. Un abbraccio, Angelita

Francy NeverSayBook ha detto...

Me l'ha inviato la Mondadori; sarà la mia prossima lettura! Ammetto che è la prima recensione che leggo ed è molto incoraggiante ;)

MissGabrielle ha detto...

Ciao Angelita,esatto infatti anche in questo libro abbiamo una discreta presenza di protagonisti (che non tolgono assolutamente spazio ad altri personaggi) del libro che dici tu come Sassi e Max ;)
Ciao

MissGabrielle ha detto...

É una lettura da fare secondo me proprio in questo periodo,
Per cogliere l'atmosfera natalizia al 100%
Fammi sapere una volta letto cosa ne pensi ;)
Ciao