giovedì 10 aprile 2014

Sfida a colpi di Poesia

La cara e "affettuosamente perfida" LadyDebora del blog "Happy Red Book" mi ha lanciato una sfida a colpi di poesia !
E secondo Voi potevo esimermi dal partecipare alla sfida ? Giammai !!! 

Il gioco consiste in:

- Sfidare 5 amici a rispondere con una poesia sul proprio blog entro 24 ore
- E a sua volta nominare 5 persone o sfidanti 

Ed ecco a Voi la Poesia che ho scelto io, ovviamente è una delle mie  preferite.

*****


"Questo amore"


Questo amore
Così violento
Così fragile
Così tenero
Così disperato
Questo amore
Bello come il giorno
E cattivo come il tempo
Quando il tempo è cattivo
Questo amore così vero
Questo amore cosí bello
Così felice
Così gaio
E così beffardo
Tremante di paura come un bambino al buio
E così sicuro di sé
Come un uomo tranquillo nel cuore della notte
Questo amore che impauriva gli altri
Che li faceva parlare
Che li faceva impallidire
Questo amore spiato
Perché noi lo spiavamo
Perseguitato ferito calpestato ucciso negato dimenticato
Perché noi l'abbiamo perseguitato ferito calpestato ucciso negato dimenticato
Questo amore tutto intero
Ancora così vivo
E tutto soleggiato
E' tuo
E' mio
E' stato quel che è stato
Questa cosa sempre nuova
E che non è mai cambiata
Vera come una pianta
Tremante come un uccello
Calda e viva come l'estate
Noi possiamo tutti e due
Andare e ritornare
Noi possiamo dimenticare
E quindi riaddormentarci
Risvegliarci soffrire invecchiare
Addormentarci ancora
Sognare la morte
Svegliarci sorridere e ridere
E ringiovanire
il nostro amore è là
Testardo come un asino
Vivo come il desiderio
Crudele come la memoria
Sciocco come i rimpianti
Tenero come il ricordo
Freddo come il marmo
Bello come il giorno
Fragile come un bambino
Ci guarda sorridendo
E ci parla senza dir nulla
E io tremante l'ascolto
E grido
Grido per te
Grido per me
Ti supplico
Per te per me per tutti coloro che si amano
E che si sono amati
Sì io gli grido
Per te per me e per tutti gli altri
Che non conosco
Fermati là
Là dove sei
Là dove sei stato altre volte
Fermati
Non muoverti
Non andartene
Noi che siamo amati
Noi ti abbiamo dimenticato
Tu non dimenticarci
Non avevamo che te sulla terra
Non lasciarci diventare gelidi
Anche se molto lontano sempre
E non importa dove
Dacci un segno di vita
Molto più tardi ai margini di un bosco
Nella foresta della memoria
Alzati subito
Tendici la mano
E salvaci.


image


di     Jacques Prévert 

*******

Le 5 persone creatrici di altrettanti bellissimi blog che taggo sono :



Buon Divertimento !

8 commenti:

Lady Debora ha detto...

E' meravigliosa!!! *_* non l'avevo mai letta... me la segno subito ;p

MissGabrielle ha detto...

;) è bellissima !

MissGabrielle ha detto...

;) è bellissima !

radiolinablu ha detto...

:D Bella poesia!

Muriomu ha detto...

che bella! non la conoscevo *-*

..Mary.. ha detto...

Bellissima poesia!!! Sto facendo il post sul mio blog :)

MissGabrielle ha detto...

Adoro le poesie di Prevert !
Ciao Mary brava !!! ;)

daisy d ha detto...

Questa poesia mi riporta indietro nel tempo quando alle superiori l'ho letta per la prima volta....è una poesia da leggere lentamente e con attenzione per assaporare e apprezzare ogni singola frase perchè merita tutta l'attenzione che le viene dedicata.
Brava Gabri ancora una volta una scelta bellissima....