giovedì 7 novembre 2013

"Il posto delle donne" di Rossana Campo


Titolo Originale : "Il posto delle donne"
Autore: Rossana Campo
Editore: Ponte Alle Grazie
Collana : Scrittori
Anno : 2013
Pagine : 152

Trama:
Parigi, i nostri anni. Emma, italiana, lavora in un bistrot ed è appena stata lasciata dalla sua compagna Carmen. Incontra una donna più giovane, una spensierata e sensuale ballerina di lap dance, Maxine, e se ne innamora; ma dopo pochi giorni, Maxine viene ritrovata uccisa in un parco della città. Emma non si rassegna, decide di capire, di indagare: ricostruisce la vita di Maxine incontrando la sua amante e la compagna di lei, entrambe raffinate intellettuali, esplorando l'ambiente omofobo e maschilista della lap dance; e nel frattempo, cerca di superare il fallimento della sua storia d'amore e il trauma della perdita della giovane amica aprendosi ancora alla ricerca erotica. Rossana Campo torna al romanzo con una storia dolcemente torbida: una storia di eros, morte, amicizia, tradimento, redenzione; e con un personaggio, Emma, coraggiosa e impudica, saggia e sventata, che non teme di rischiare tutto e osa rovesciare la tragedia nella ricerca - affannosa eppure lieve - di una nuova speranza.


Parere Personale :

Ho questo libro da due mesi pronto alla lettura, ogni sera quando mi sedevo sul divano e mi accingevo a decidere quali libro leggere, automaticamente il mio sguardo lo evitava a priori.
Lo sorpassava, lo evitava , lo ignorava.
Ma visto che mi scadeva il prestito bibliotecario proprio in questi ultimi giorni, mi son detta adesso o mai più !
Così ieri sera, mi son messa l'animo in pace e ho iniziato a leggerlo.
Ad essere sincera non capisco e non riesco a classificare questo libro o meglio il suo genere .
Cos'è un giallo, un noir ? Mah ? Lo lascio decidere a voi.
La storia raccontata è in prima persona da Emma , una donna che vive in una Parigi dei nostri giorni, che lavora come cameriera in un bistrot-libreria , e che soffre perché è stata scaricata dalla ragazza con cui aveva una storia da ben tre anni.
Una sera ad una festa incontra Maxine, una giovane ragazza con cui instaura subito un'empatia fortissima, tanto che le due finiscono a letto nel giro di poco.
Purtroppo pochi giorni dopo in un parco viene ritrovato il corpo esanime di Maxine ,uccisa da qualcuno . Da quel momento in poi Emma non riesce a darsi pace, e fra varie avventure sessuali, e strane e inopportune indagini , elabora forse a modo suo la perdita sia del suo amore perduto, sia per la morte della giovane Maxine.
Come dicevo prima non si capisce se questo è un giallo o un noir perché la storia non si concentra molto sulle presunte indagini ma più che altro sulle avventure lesbo di Emma.
Alla fine sapere chi è l'assassino non è essenziale, è quasi superficiale. Non capisco il perché di questa scelta della scrittrice , questo libro sembra un pò un tuffo nel mondo lesbo chic e basta.
Altra scelta particolare è lo stile della scrittrice (è il suo primo libro che leggo quindi non so bene se è stata una scelta specifica legata a questo libro oppure se è il suo modus operandi) , le frasi non hanno virgolette, a volte ho quasi avuto la sensazione di non capire chi stesse parlando fra i vari personaggi.
E se devo essere spudoratamente sincera non mi è piaciuto molto il fatto che Emma appaia come una di quelle donne che si buttano nel sesso senza cercare legami, ma questo è un retaggio della mia anima romantica .
Il libro alla fine sono riuscita a leggerlo in una sola serata, tanto è breve, ma resto della mia opinione ... c'era un motivo se per ben due mesi me ne sono stata lontana senza sentire quel richiamo alla lettura che ti fa prudere le mani dalla voglia di iniziare un libro .

Voto :




3 commenti:

Lady Debora ha detto...

Fortuna che non ci hai speso soldi ^_^ io purtroppo in biblioteca proprio non ci riesco ad andare ;_;

MissGabrielle ha detto...

Infatti, ma non credo che ci avrei speso soldi comunque, non l'avrei comprato di sicuro. L'ho letto solo perché mi è stato proposto da un'amica altrimenti non lo avrei nemmeno preso in considerazione .
Debora col ritmo di letture che ho se non usufruissi della biblioteca sarei perennemente sul lastrico ^^
Un abbraccio
Gabri

Lady Debora ha detto...

Io in alternativa alla biblioteca mi sono data agli ebook altrimenti anche io sarei sul lastrico ^_^ purtroppo non li adoro ma li trovo estremamente comodi :) anche perchè faccio moltissimo scambi e mia cugina me ne regala a palate ^^ cosa si deve fare per leggere ;p