mercoledì 4 settembre 2013

"Il Fantasma di Canterville" di Oscar Wilde


Titolo Originale : "The Canterville Ghost "
Autore: Oscar Wilde
Editore : Einaudi
Collana : Einaudi Ragazzi "Storie e Rime"
Anno: 2001
Pagine : 91

Trama: 
Da più di tre secoli, quando le tenebre della notte sono rischiarate dai lumi delle candele, nelle antiche sale del castello di Canterville si aggira inquieto lo spettro di Sir Simon . Terrificante e diabolico, non c'è efferatezza che egli non abbia compiuto pur di terrorizzare gli incauti inquilini. Eppure, quando arriva il turno di una sfrontata famigliola americana, i suoi occulti poteri vengono sconfitti a colpi di fionda e di scetticismo. Il povero spettro sta per essere sopraffatto dalla stanchezza e dalla malinconia, ma la dolce Virginia ascolterà il suo lamento e cambierà per sempre il suo destino.


Parere Personale :

Ero convinta che questo racconto di Oscar Wilde fosse un racconto gotico a sfondo horror, ma ci credereste se vi dicessi che invece mi ha sorpresa e divertita ?
Già proprio così !
Immaginatevi un vecchio castello inglese, su cui da secoli si narra la storia di un fantasma che gira fra le sue vecchie stanze e nei cupi corridoi , già questo non vi metterebbe addosso un pò di inquietudine ?
A dirla tutta questa non è la sensazione che prova la famiglia del ministro americano Otis, trasferitasi in Inghilterra a vivere nel Castello di Canterville.
Ma piuttosto è il nostro fantasma a provare inquietudine per queste strane persone che trova maleducate proprio perchè non credono all'esistenza degli spiriti , ma bensì lo sbeffeggiano in tutti i modi . E cosa resta da fare al povero fantasma se non ingegnarsi il più possibile per fare il suo dovere di fantasma (come è avvenuto nei secoli passati) e spaventare a morte gli ospiti di casa ?
Ma nonostante tutto non basta, perché questi americani sono proprio strani !
Il Signor Otis gli dà una bottiglietta di lubrificante per impedire alle catene di cigolare, e la Signora Otis invece convinta che il fantasma non stia affatto bene si premura di consigliargli addirittura un purgante !
Alla fine il povero fantasma malinconico e stanco intenerisce il cuore della giovane Virginia, figlia quindicenne degli Otis, che alla fine lo libererà dal suo perenne vagare per l'eternità.

Il libro è decisamente ironico e in più nella mia edizione (un pò datata per la verità) ci sono dei disegni che raffigurano il povero fantasma e i suoi ospiti nelle scene più disparate !
Devo ammettere che sono rimasta molto sorpresa ma piacevolmente soddisfatta, e non posso far altro che consigliarvi la lettura di questo libro incantevole !
Voto :

Inoltre se non mi sbaglio sono stati girati molti film liberamente ispirati a questo racconto di Wilde , nonché trasposizioni teatrali.



4 commenti:

Emy ha detto...

Anch'io la prima volta che l'ho letto sono rimasta sorpresa dall'ironia e dalla simpatia contenute nel libro, così come non mi aspettavo di trovare quel romanticismo e quella malinconica che avvolgono il fantasma e la sua tormentata storia.
L'unico film che ho visto è proprio quello con Neve Campbell. Carino! A distanza di anni lo ricordo ancora bene.
Mi piacerebbe vedere la versione con Alyssa Milano (la Phoebe Halliwell di Streghe), ma in TV non la passano mai :(

Ale25 ha detto...

Questo libro non l'ho ancora letto, ma Oscar Wilde è uno dei miei autori preferito. Adoro i suoi aforismi e la sua vita poi, un susseguirsi si vicende come in un film.

daisy d ha detto...

Ecco un libro che non avevo mai preso in considerazione e invece adesso sono sicura che sarà una delle mie prossime letture visto anche che nella biblioteca della mia città è disponibile...

Muriomu ha detto...

Lo leggerò prossimamente, è in lista ^__^