giovedì 1 agosto 2013

Evviva ...facciamo polemica ! Che poi polemica non è !


Ultimamente mi è capitato di leggere articoli di altri blogger più o meno polemici , ma in tutti si evidenziava lo strano rapporto che si è creato fra i mini-blog che parlano di libri e la Case Editrici.
Ovvero nel minuscolo e allo stesso tempo immenso mondo del web se hai un lit-blog e non hai collaborazioni con le più famose CE praticamente non sei nessuno , e che il tuo blog è solamente uno fra i centinaia in rete

E io mi chiedo ... da eterna ingenua "ma chi se ne frega ?" 
Dopotutto avere un blog è un hobby, una passione che ognuno svolge a modo suo.
Se uno è contento di avere un blog e limitarsi a copiare ed incollare le varie email con le nuove uscite che gli addetti stampa mandano loro , perché indispettirsi con questi blogger ?
Cosa mi interessa a me che amo leggere i libri se un altro blogger mette una lista di nomi di CE con cui collabora ?
Ognuno può far ciò che vuole con il proprio spazio.
Poi è il lettore che decide quale blog frequentare, perché mi sembra che si dia sempre per scontato che il lettore sia un fesso fatto e finito ?
Non lo è di certo, ognuno ragiona con la propria testa non siamo muli ( e qui lo dico da lettrice di blog e non da blogger ) .
Il problema invece che mi ritrovo a condividere con l'articolo scritto su "Diario di pensieri persi" è più che altro il fatto che con questo stretto rapporto fra mini-blog ( non tutti sono così piccoli in verità ) e Case Editrici porti ad un'alterazione delle proprie idee e dei propri pareri.
Insomma mantenere inalterata quella libertà di esprimersi e di esprimere i propri pareri lontani da possibili interferenze (anche non volute attenzione !) , è e rimane essenziale ,perché almeno per la mia piccola esperienza nessuno ti dice di scrivere qualcosa di assolutamente falso , ci mancherebbe.

E comunque ripeto il lettore non è un fesso, sa quello che vuole leggere e capisce se una recensione è esagerata .
Personalmente penso sempre che la gente sia in buona fede, e nel caso contrario peggio per lui o lei. A me basta leggere un libro e se ho voglia dire la mia su quello che mi è piaciuto o meno. Punto.
Tutto il resto ... (per citare una celebre e famosa canzone del compianto Franco Califano) 
è NOIA !



 "Sono posseduto da una passione inesauribile che finora non ho potuto né voluto frenare. Non riesco a saziarmi di libri.

(F. Petrarca)

18 commenti:

Clody ha detto...

Sono d'accordo, ognuno sul proprio blog è libero di fare e scrivere ciò che vuole, come ognuno è librero di leggere oppure no qualsiasi blog.
Questo è il punto e basta!
Per quanto mi riguarda, ogni volta che mi sono ritrovata a recensire libri mandati dagli autori o dalle case editrici, mi sono sempre sentita assolutamente libera di esprimere sinceramente il mio parere, positivo o negativo... sempre nel rispetto del lavoro altrui ovviamente: le critiche se non sono costruttive non sevono a nessuno.
Se mai qualcuno mi venisse a dire che la mia recensione deve essere per forza positiva, bé... smetterei di collaborare all'istante e senza nessun problema: i libri me li compro e li comprerò sempre!!

Sara Masiero ha detto...

a parte che non sapevo neanche si potesse collaborare anche con le CE.. lo stesso discorso è uguale per tutti i campi, non solo quello libri.

Io credo sia in parte anche colpa delle stesse aziende, scelgono di inviare prodotti (o libri) ad alcune/i blogger tenendo conto solo di commenti, followers e visite ma senza pensare che tutto questo si ce lo può tranquillamente comprare con un sub4sub demoniaco. Per l'amor del cielo anche io spammo il mio blog ogni tanto, ricambio i commenti se riesco e le iscrizioni però non sono tutti i momenti in fissa con queste cose, altre/i sì e.. vengono notati di più.

La trovo una cosa anche senza senso visto che comunque una buona pubblicità non arriva sempre da chi ha più adepti (che poi non lo sono davvero ma sono comprati) ma vabè, contenti loro.. se per i libri funziona uguale stai apposto.

Io ormai me ne frego, se nel MIO blog voglio stoppare per un mese o più di scrivere post di collaborazione lo faccio, ho mandato anche e-mail un pò snervata ad alcuni promoter che mi mettevano l'ansia. Io non vivo per fare pubblicità agli altri, sono sincera e nel mio blog se voglio scrivo anche che sono andata al bagno cinque volte in un'ora. E me ne frego. Poi se alle altre blogger fare sempre le pucciose carine sta bene ok però non credo sia corretto. E vale per qualsiasi ramo di bloggaggio!

Il tuo blog mi piace un sacco per di più, ogni tanto passo a leggere ma non commento mai.. scusa .___.

Rimedierò
a presto!

MissGabrielle ha detto...

Ciao Clody , il punto non è che ti chiedono di scrivere una recensione positiva (perché credo nessuno lo faccia) ma che chi riceve i libri si senta in dovere di parlarne bene a tutti i costi per non perdere la collaborazione. E' più un problema legato alla coscienza di chi scrive sul blog che non delle Case editrici .
Ciao ^^

MissGabrielle ha detto...

Ciao Sara, beh vengono chiamate collaborazioni ma di fatto non credo che si possano definire davvero così .
Secondo me fin quando uno scrive sentendosi libero di esprimere il proprio parere non c'è nessun problema. ^^

Grazie, passa dal blog quando vuoi sei sempre la benvenuta
Ciao
Gabri

Clody ha detto...

@Miss Gabrielle: davvero c'è chi si sente in dovere di parlare bene di un libro anche se gli ha fatto schifo solo perché l'ha ricevuto da una CE?
mah... allora buon per noi che la coscienza ce l'abbiamo a posto, perché io non mi faccio problemi a dirlo se un libro non mi è piaciuto!
comprato o ricevuto che sia...

MissGabrielle ha detto...

Infatti , se una cosa non mi piace non mi piace e basta !
L'importante è essere chiari, rispettosi e onesti nel dire cosa non ci ha convinte in quel libro.

..Mary.. ha detto...

Io sono diventata una blogger da 2 settimane. Non ho ancora collaborazioni, se ne avrò bene, se non ne avrò non ne faccio un dramma, il mio blog non nasce per collaborare con le case editrici, perchè fare copia e incolla delle anteprime non mi interessa. Faccio le anteprima solo dei libri che mi interessano e che ho intenzione di leggere.
Se mai dovessi collaborare con le CE, le mie recensioni saranno sempre sincere, non regalo a nessuno pareri positivi. Non mi interessa fare bella figura con loro, voglio essere prima di tutto a posto con la mia coscienza e con quello che sento realmente. Poi non riuscirei mai a scrivere una recensione positiva se il libro non mi è mai piaciuto!
E le recensioni negative saranno solo critiche costruttive senza ne offese e quant'altro.
Per quanto riguarda i blog che frequento non li scelgo per la sfilza di CE con cui collaborano, ma li scelgo perchè mi ci trovo bene. Alcuni blog li ho abbandonati perchè sarà una cazzata, però tutte le volte che ho commentato non hanno mai risposto, e i commenti erano parecchi, alla fine mi sono stufata! Io non dico che devi rispondere ad ogni mio singolo commento, perchè sarebbe anche impossibile seguirli tutti, però che si scelga di rispondere solo a dei determinati follower non mi piace. E lasciare gli altri come cretini, anche quando ti fanno domande non mi piace e preferisco abbandonare!!

aquila reale ha detto...

Il lettore con la L maiuscola riesce a capire subito se la recensione è sincera o pilotata.Leggere vuol dire acquisire libertà che non si può barattare con collaborazioni non libere.

MissGabrielle ha detto...

@Mary : Io non ho di questi problemi perché i followers che frequentano il mio blog sono pochi ,quindi a meno che qualche commento non mi scappi per distrazione, cerco di rispondere a tutti, che poi questa è una delle cose più belle dell'avere un blog, ovvero potersi confrontare con gli altri attraverso pareri anche diversi dai propri.

@Aquila Reale : Parole Sante ! non aggiungo altro !

Un abbraccio a tutte
Gabri

daisy d ha detto...

Quando passo in questo blog non mi viene MAI il dubbio che la recensione scritta non sia sincera o sentita. A volte la condivido altre no ma è sempre interessante leggere quello che scrivi. Cosa può esserci di più bello di esprimere liberamente le proprie opinioni? Continua così....

..Mary.. ha detto...

Appunto, la cosa più bella di un blog, è quella di confrontarsi!! :)

MissGabrielle ha detto...

@Daisy : Grazie Daisy, a volte posso essere stucchevole in una recensione oppure acida, ma è tutta farina del mio cervelletto romantico. ^^

@Mary : :) Infatti !!!

Ale25 ha detto...

Quoto in tutto il tuo post e quello che ha scritto Aquila reale. Sul proprio blog, ognuno è libero di scrivere ciò vuole (sempre nel rispetto altrui, s'intende). Se no che lo apre a fare un blog? Poi è il lettore che decide quelli da seguire o meno. In fondo, anche lui è libero nella sua scelta. Per questo, io a volte, queste polemiche non le capisco. In fondo alla fine conta sola la lettura. Se segui un blog influenzato dalle CE che scrive solo cose positive nelle recensioni, e poi vai a leggere quei libri, e nella maggior parte dei casi non ti trovi d'accordo, una piccolo dubbio ti verrà, no? Poi libero di continuare così o cambiare. Ripeto, alla fine, spetta a noi la scelta.

Lady Debora ha detto...

Leggo solo ora il post perchè blogger è impazzito e non mi segnala i tuoi post >.> malefico!!!
Per quanto riguarda l'argomento io collaboro (anche se è una parola grossa visto che ho ricevuto solo due libri) con 2 CE e anche con vari autori emergenti.. e sinceramente non ho mai scritto bene su un libro se mi ha fatto schifo solo per non offendere.. in fondo me lo hanno chiesto loro u parere perciò prendere o lasciare.
Io personalmente i blog che seguo è perchè mi piacciono non per i rapporti con le Ce anche perchè io non ho un tornaconto personale se loro collaborano con tutte le CE esistenti in italia... poi ognuno la pensa e fa come vuole :)

LadyAileen ha detto...

Ho un blog dedicato ai libri da quasi 6 anni (collaboro con alcune case editrici da 2-3 anni) e continuo a pensare che sia solo ed esclusivamente un hobby.
Inserisco i comunicati stampa per due motivi: 1. Sono libri che mi piacerebbe leggere 2. Perché anche se a me non piacciono forse ad altri lettori di passaggio potrebbero interessare (Lascio al lettore scegliere).
Io ho fatto una lista che compare nella homepage ma ad ogni nome non è collegato il sito della CE ma il post a loro dedicato. Ogni post viene aggiornato ogni volta che mi mandano un comunicato stampa (cancello il vecchio e inserisco la nuova news).
E vorrei aggiungere che ad alcune Case Editrici, pur essendo presenti nella mia lista, non ho mai chiesto libri e non ne ho mai ricevuti. Ho solo ricevuto dei comunicati stampa. :)
E per finire, ormai sono pochissime le Case editrici da cui ricevo ancora dei libri perché attualmente sono presa da letture arretrate.
Le recensioni non mie pubblicate sul mio blog sono per la maggior parte proposte dai collaboratori stessi.
Non ha senso scrivere recensioni in base a quello che fa piacere alla Casa Editrice o all'autore perché così perdi di credibilità agli occhi dei lettori. ^_^

MissGabrielle ha detto...

Anche a me arriva qualche libro dalle case editrici,pochi in realtà ma va bene così, perché a me piace scegliere da me ciò che ho voglia di leggere.
Fin tanto che ognuno scrive il suo parere sincero ,ripeto, il problema non esiste proprio.
L'importante è essere sinceri e come dice Lady Aileen (blogger veterana ormai da caspita... Mari 6 anni ?)^^ non ha senso scrivere qualcosa per accontentare gli altri perdendo così di credibilità agli occhi del lettore !
Basta essere sinceri !

Grazie a tutti per aver condiviso il vostro pensiero !
Gabri

LadyAileen ha detto...

Ciao Gabri,
il 29 Agosto il mio blog festeggerà i 6 anni di attività ma la festa avverrà quando raggiungerà i 10. :P

MissGabrielle ha detto...

Caspita LadyA, però anche 6 anni sono un bel traguardo ! Complimenti !!!
:)Allora appena arrivi a 10 anni facciamo festa ! :)
Ciao