domenica 18 settembre 2011

"La finestra sul Bosco" di Karen Robards



Titolo Originale: " Shattered "

Trama:

Gli occhi di una bambina non dovrebbero riempirsi di orrore, covare un segreto per anni, portarselo dentro come un fardello troppo pesante da trascinare. E perché Lisa Grant crede di conoscere quel segreto? È forse lei quella bambina? Una fotografia basta a mettere in discussione una vita intera. Lisa ha davanti a sé una brillante carriera da avvocato, almeno fino a quando non è costretta a tornare a casa per prendersi cura della madre malata. Come se non bastasse, poi, deve pregare una sua vecchia fiamma, Scott, di assumerla. Lui, sensuale e insopportabile al tempo stesso, metterà a dura prova le sue difese: una passione tenuta a freno per troppo tempo alla fine non può che esplodere. Nel frattempo, un incartamento risalente a ventotto anni prima trasporta Lisa verso un passato inquietante e irrisolto. Un'intera famiglia scomparsa senza lasciare alcuna traccia. E poi c'è quella foto che ritrae una donna identica a lei... Lisa e Scott dovranno districare una fitta rete di enigmi, sempre in bilico fra il terrore di mettere a repentaglio le reciproche vite e la necessità di scivolare sui sentieri della passione più intensa e dell'amore che li lega da sempre....


Parere Personale: 

La Robards credo che dia davvero il meglio di sé in questo genere rosa-crime piuttosto che nei romance storici (ovviamente a parte qualche eccezione come per esempio "
L'angelo di nessuno") .
La trama di "La finestra sul bosco" è misteriosa al punto giusto nel senso che non ti dà i brividi eppure ti incuriosisce a tal punto che non riesci a smettere di leggere.
La cosa poi che a me è piaciuta da impazzire (essendo un' inguaribile romantica ) è ovviamente la storia d'amore tra Lisa e Scott !
Man mano che leggevo e andavo avanti non riuscivo a capacitarmi della possibile identità di Lisa, perchè numeri alla mano i conti non tornavano perchè ero davvero convinta che  Marisa ,( la bambina del prologo) fosse in realtà Lisa ....
Per quanto mi riguarda l'intreccio giallo è stato ben costruito , e la fine anche se non posso dire di essere stata soddisfatta al 100%  è riuscito a convincermi.
I personaggi sono stati tratteggiati benissimo, Scott (procuratore distrettuale nonchè datore di lavoro di Lisa) è sicuramente uno di quei personaggi maschili che cattura l'attenzione e che ti fà veramente sperare che esistano davvero uomini del genere, capaci di amare una donna in maniera così reale e appassionata .
Lisa è  un personaggio femminile adorabile, soprattutto quando la senti parlare con la madre così affettuosa, amorevole ma perfettamente "reale" con pregi e difetti.
Devo ammettere che sono rimasta molto colpita da questo libro , il mio unico rammarico è che ho impiegato davvero molto tempo a decidermi se leggerlo o meno ! 



Voto 

Nessun commento: