lunedì 15 dicembre 2008

"La Figlia del Matematico" di Laura Kinsale



Trama :

Inghilterra, XIX secolo. Archimedea Timms, detta Maddy, è una giovane riservata che dedica le sue giornate alle opere pie e ad aiutare il padre, insigne studioso di matematica. Christian Langland, duca di Jervaulx, è un dongiovanni e scavezzacollo, geniale scienziato amico del vecchio Timms. Può nascere l'amore tra due persone così diverse? Nessuno potrebbe immaginarlo. Eppure quando viene a sapere che Christian è morto in duello, Maddy è colta da un dolore lancinante, inaspettato. Si trasferisce in campagna presso un cugino che dirige un manicomio per occuparsi dei pazienti e trova tra i ricoverati proprio il duca di Jervaulx, fatto rinchiudere dalla famiglia. Ora tocca a Maddy, l'unica che sembra credere nella sua sanità, aiutarlo a dimostrare di non essere un pazzo. E scoprire con un brivido un modo nuovo, più pieno, di essere donna.


Parere Personale :

Ci sono libro che più di altri ti lasciano qualcosa di indefinibile nella mente...ed è proprio quello che mi è successo con questo libro che avevo letto più di un annetto fà , ma che mi ha fatto venire voglia di rileggere proprio in questi giorni.  
E cosa ancora più indefinibile per la mia piccola mente è il fatto che mi chiedo da qualche giorno ovvero da quando l'ho finito...ma si può amare un libro pur odiando la sua protagonista ?
 Beh la risposta è si, perchè pur trovando Maddy palesemente noiosa fino all' inverosimile, sciatta, bigotta, integralista fino a sfiorare il patologico...e radicalmente convinta del suo credo senza voler per questo credere che ci possa essere un modo di vivere giusto anche diverso dalla sua dottrina... 
 A parte tutto questo e il mio non amare Maddy , ho trovato decisamente bello, sofferto, arguto il Duca di Jervaulx !!! 
Molto più capace di Maddy di ispirare fiducia, ma soprattutto quella sofferenza che lo rende quasi incapace all' inizio di parlare, di interagire col mondo che lo circonda ! 
Mai visto un matrimonio celebrato con tanta di quell' ignoranza da parte dell'officiante !!!
 Oddiooo più che un prete, l'amico del Duca avrebbe avuto più successo nei panni di attore perchè era decisamente  portato per la recitazione !!! Piuttosto che che come curato di una piccola parrocchia di campagna ! Decisamente divertente !!! 
 A parte questo credo che Maddy verso la fine si meriti un' encomio anche da parte mia dopotutto !!! 
La storia è difficile ma tocca il cuore !

Voto : 

2 commenti:

Anonimo ha detto...

un perla fra i romanzi romance. Ho letto questo libro scegliendolo su ebay quasi per caso. devo dire che la trama è originale, avvincente e aveva tutti i requisiti per essere un romanzo indimenticabile, di quelli che si tengono accanto a Jane Eyre e Orgoglio e Pregiudizio. Purtroppo la protagonista femminile ha rovinato un quasi capolavoro. Mai all'altezza di Christian se non in rari momenti all'inizio del romanzo, risulta quasi sempre incolore e prevedibile, si trascina negli eventi con l'unica preoccupazione di nascondere l'attrazione che da sempre prova per il duca sotto un poco convincente slancio religioso (è incredibile come si giustifica subito con l'idea di avere avuto un Incarico dall'alto) e nel complesso risulta davvero una piccola ipocrita, presuntuosa e fanatica.Peccato davvero peccato! Il duca di Jervaulx, tenero, fiero, geniale e maschio avrebbe meritato una compagna che non gli lesinasse gesti e parole d'amore e soprattutto non lo chiamasse "malvagio" ad ogni occasione per giustificare le proprie debolezze. Fortunatamente la sua intelligenza e tenacia lo porteranno ad uscire da solo, con le sue sole forze, dall' incubo in cui era precipitato. Povera Tatamaddy, tutta al più un buon personaggio secondario, un'ottima compagna per Richard Gill. La scrittrice dovrebbe prendere seriamente in considerazione l'ipotesi di una riscrittura del libro, magari Tatamaddy potrebbe avere una cugina, non quacchera per carità, che come lei si ritrovi a frequentare la casa di cura del cugino Edward (per un parente malato?)Insomma io chiedo a gran voce di salvare Christian Jervaulx dall'insulsa sognorina Timms. Speriamo.

MissGabrielle ha detto...

Ciao mi trovi d'accordo su Maddy, mamma mia che fatica digerire il suo comportamento !
Il Duca invece è tutto un altro paio di maniche !
Grazie per essere passata dal blog e aver dato il tuo parere su questo libro ne sono lieta .
Un caro saluto
Gabri